Sostenibilità e clima, Yaskawa a emissioni zero entro il 2050
17/12/2021
Yaskawa emissioni zero sostenibilità

Ricorso all’automazione per migliorare la qualità del lavoro, risparmio energetico e impiego di energie rinnovabili per la neutralità climatica. Sono queste alcune delle iniziative che tracciano il percorso di Yaskawa nel trovare il giusto equilibrio tra successo del business e sostenibilità. Una priorità espressa dal claim dell’azienda, ‘Shaping the future. Sustainably. Together’, che esprime l’intenzione di promuovere e creare valore sociale e ambientale attraverso le sue attività industriali. Guidando l’evoluzione in una società dove saranno sempre più fondamentali l’impiego di IoT e AI.

Yaskawa ha già adottato a livello globale e tradotto in pratica la maggior parte degli obiettivi per lo sviluppo sostenibile definiti dalle Nazioni Unite (Sustainable Development Goals – SDGs), che vanno di pari passo con le cinque aree dei suoi principi di gestione: miglioramento della qualità del lavoro attraverso l’automazione – con conseguente Libertà dal cosiddetto ‘3D-Labor’ (Dirty, Dangerous e Demeaning); risparmio di energia e riduzione dell’impatto ambientale; aumento dell’uso di energia rinnovata; approvvigionamento alimentare stabile; contributo al settore medico e assistenziale.

L’impegno dell’intero Gruppo si riassume nello specifico nella sua Vision 2025: le tecnologie devono contribuire allo sviluppo della società migliorando i processi, le prestazioni e la produttività, offrendo così una migliore qualità della vita. Traducendo il principio in misure concrete, un primo obiettivo è quello di favorire l’evoluzione della società attraverso l’uso di risorse rinnovabili per garantire un ambiente sano e un pianeta sostenibile per tutti. Non a caso, una delle più recenti acquisizioni della corporation è The Switch, una società finlandese destinata a diventare la nuova Divisione Environmental Energy.

Un ulteriore target è quello di garantire ai clienti il raggiungimento di un’elevata qualità grazie a un continuo sforzo di ottimizzazione di prestazioni, efficienza e coerenza delle operazioni. Lo strumento per raggiungere questi obiettivi è implementare un accurato monitoraggio dei sistemi: raccogliere, collegare, analizzare e utilizzare dati in grandi quantità diventa quindi la base per lo sviluppo sociale. In questo contesto, la nuova forma di automazione di fabbrica, che combina meccatronica classica, ICT e soluzioni digitali per abilitare un’efficace raccolta e gestione del dato, in Yaskawa prende il nome di i³-Mechatronics, dove le 3 ‘i’ stanno per integrato, intelligente e innovativo.

Non da ultimo, l’impegno verso il raggiungimento della sostenibilità e di un bilancio energetico positivo, ottenuto mediante la conservazione delle risorse e l’autoproduzione di energia pulita. A tal proposito, l’azienda mira a ridurre il proprio consumo di carbonio globale del 36% entro il 2030 e a essere carbon ‘zero emission’ in tutto il mondo entro il 2050. Questo impegno diviene concreto ad esempio nel nuovo edificio che ospiterà la sede dell’Headquarter europeo a partire dal 2023, progettato nel rispetto dei più elevati standard costruttivi in termini di impatto ecologico, conservazione delle risorse ed efficienza energetica, secondo lo standard ‘Efficiency Building 4.0’ di KfW, incluso il pacchetto supplementare di efficienza energetica.

In questo caso non si parla però solamente di sostenibilità: l’intenzione di Yaskawa è creare un ambiente di lavoro moderno e motivante per i suoi dipendenti, grazie a modelli di lavoro flessibili sia per l’home office sia per il lavoro in presenza, insieme a un’infrastruttura ad alte prestazioni e orientata al futuro. Questo edificio rappresenta un ulteriore tassello di una strategia più ampia mirata alla sostenibilità, già applicata anche nell’Headquarter principale in Giappone.

Infine, Yaskawa ha introdotto un sistema di certificazione ‘Green Products’ con l’obiettivo di migliorare notevolmente la produttività e le prestazioni di risparmio energetico dei propri clienti e ridurre gli oneri ambientali in tutto il mondo. Questa certificazione va a identificare i prodotti che rispettano parametri specifici e stringenti in termini di impatto ecologico come emissioni di CO2, risparmio energetico, riciclo, risparmio delle risorse e corretta gestione delle sostanze chimiche. Le soluzioni che soddisfano determinati criteri vengono quindi certificate come ‘prodotti verdi’, e quelle con le migliori funzioni ambientali nel settore come ‘prodotti super verdi’. Un esempio di prodotti amici dell’efficienza è la famiglia di soluzioni rigenerative, adatte all’impiego ovunque sia necessaria una soluzione capace di fornire potenza a un motore e recuperare l’energia di frenata per l’alimentazione di altri carichi.

Servitizzazione, ecosostenibilità e Industrial Smart Working: sono le tre linee sulle quali muove l’evoluzione da Industria 4.0 a 5.0

BRAND POST
Telmotor

Telmotor, azienda specializzata nell’Industry Automation ed Energy and Lighting Solutions, oggi sceglie di operare secondo un doppio binario: valorizzare le…