Sviluppo urbano sostenibile e smart city, 450 milioni dalla European Urban Initiative
29/09/2022
European Urban Initiative fondi smart city sviluppo urbano sostenibile

E’ prevista entro la fine di settembre 2022 la pubblicazione del primo bando da 50 milioni di euro per progetti di rigenerazione urbana e per le smart city sostenibili nella European Urban Initiative (EUI), che nel complesso ha un budget di 450 milioni nel periodo 2021-2027 provenienti dal Fondo regionale di sviluppo europeo (Erfd).

L’iniziativa è stata lanciata a inizio del mese in seguito alla firma di un accordo tra la Commissione Europea e la Regione francese della Haut-de-France, ed è strutturata attorno al sotto programma Urbact, focalizzato al trasferimento di buone pratiche e storie di successo tra le città europee che hanno applicato tecnologie innovative, come sensori e componenti e soluzioni di intelligenza artificiale, per rendere intelligenti e sostenibili i centri cittadini. L’obiettivo dell’iniziativa è adattare i contesti urbani al cambiamento climatico in corso, grazie all’implementazione di tecnologiche innovative.

La EUI è un nuovo strumento declinato per i centri urbani della policy di Coesione nella programmazione dei fondi europei 2021-2027, che prevede cinque obiettivi focalizzati su una Europa più smart, più green, più connessa e più sociale, oltreché più vicina ai cittadini. Un minimo dell’8% delle risorse dell’Erdf in ogni Stato membro dovrà essere investito in progetti prioritari selezionati dagli stessi centri urbani, in accordo alle loro strategie di sviluppo urbano sostenibile. Il nuovo obiettivo di regolamentazione ‘Un’Europa più vicina ai cittadini’ è stato in particolare introdotto nel più ampio quadro di regolamentazione dell’unione per spingere l’impegno verso uno sviluppo integrato dei territori, includendo nello specifico il sostegno agli obiettivi di sostenibilità dei centri urbani, mettendo a valore i potenziali di sviluppo esistenti localmemte.

La European Urban Initiative prosegue i lavori iniziati con lo Urban Innovative Actions lanciato con la programmazione 2014-2020 dei fondi europei, e porta con sé un focus più centrato sulle innovazioni per i contesti urbani e sul loro impatto, con un’attenzione maggiore alla sostenibilità e in particolare sulla disponibilità operativa delle soluzioni proposte.

Se Industria 4.0 si è focalizzata sull’implementazione delle tecnologie abilitanti, l’Industria 5.0 si estende ed abbraccia le problematiche socio-ecologiche.

BRAND POST
Telmotor

Telmotor, azienda specializzata nell’Industry Automation ed Energy and Lighting Solutions, oggi sceglie di operare secondo un doppio binario: valorizzare le…