Primo bond digitale su blockchain in Europa per Quargentan nel vitivinicolo
09/01/2023
Quargentan bond digitale su piattaforma blockchain vitivinicolo

Sono state perfezionate lo scorso 15 dicembre l’emissione e la sottoscrizione del primo bond digitale su piattaforma blockchain (DLT) in Europa da parte di Quargentan, PMI veneta del settore vitivinicolo.

Il DLT bond, interamente sottoscritto da Banca Valsabbina, ha durata quinquennale (2022-2027), per un ammontare complessivo di un milione di euro, e mira a sostenere i piani di crescita e di investimenti all’estero della società emittente, oltreché a migliorare l’efficienza energetica. Quargentan ha chiuso l’esercizio 2021 con un valore della produzione di 88 milioni di euro e un ebitda di 3,2 milioni di euro.

L’emissione del mini bond digitale corona il percorso di trasformazione digitale intrapreso da Quargentan, avvenuto tramite l’adozione della piattaforma tecnologica Fleap sviluppata da Sandbox, startup milanese specializzata in gestione della governance aziendale su blockchain. Banca Valsabbina ha quindi sottoscritto le obbligazioni native digitali su blockchain, integrate nella piattaforma digitale dell’emittente. Oltre a consentire l’esercizio dei diritti associati alle obbligazioni, la piattaforma permetterà di eliminare qualsiasi supporto cartaceo per tutta la durata della vita del bond. Arranger dell’operazione è stata Integrae SIM, avvalendosi della collaborazione della fintech Fleap, dello studio legale LX20 e dello Studio Notarile Morone.

“Questa operazione rappresenta una fase di sviluppo importante della nostra società, che crede nell’innovazione come motore di crescita e sostenibilità nel lungo periodo – ha commentato Marco Quargentan, ceo di Quargentan -. La trasformazione in digital company ha aperto non solo le porte per accedere a nuove forme di finanziamento ma ha reso anche più efficace ed efficiente la gestione della governance aziendale proiettandoci verso nuovi e più importanti traguardi strategici aziendali”.

Luigi Giannotta, direttore di Integrae SIM, ha dichiarato: “Siamo molto fieri di avere assistito Quargentan nella strutturazione della prima operazione di debt capital market nativa digitale su DLT da parte di una PMI in Europa, dimostrando come l’innovazione possa essere adottata con successo anche nell’industria della finanza straordinaria per le piccole e medie imprese. Un primo importante successo per la nostra strategia di diversificazione in ambito fintech, avviata circa un anno fa, e che consolida la posizione di leadership di Integrae Sim nell’ambito del debt ed equity capital market per le PMI”.

“Siamo orgogliosi di aver supportato un nostro cliente come Quargentan, insieme alle partecipate Integrae Sim e Sandbox srl (Fleap), nell’emissione del primo bond nativo digitale su piattaforma DLT da parte di una PMI – ha quindi dichiarato Hermes Bianchetti, responsabile della divisione business di Banca Valsabbina -. Un traguardo che conferma l’importanza delle sinergie tra il mondo bancario tradizionale, il mercato dei capitali e le innovazioni Fintech supportando la crescita delle nostre imprese. La Banca, da tempo, investe e crede in business complementari, con l’obiettivo di creare un network in grado di offrire sul mercato soluzioni finanziarie innovative ed alternative. Questa operazione ben rappresenta un esempio concreto della nostra strategia vedendo coinvolte, oltre alla Banca, ben due nostre società partecipate, nell’ambito di un progetto trasversale e sinergico al servizio delle nostre imprese”.

Thomas Iacchetti, ceo di Fleap (Sandbox), aggiunge infine: “È di fatto la prima emissione in Europa di un bond, nativo su blockchain, da parte di una società privata. Questa procedura è stata resa tecnicamente possibile dalla Fleap Digital Company. Le informazioni relative alle obbligazioni sono infatti gestite tramite blockchain permissioned Hyperledger. Riteniamo che ci siano ancora ampie possibilità di innovazione nel settore, guidate dagli organismi competenti. Guardiamo infatti con favore a interventi volti a irrobustire il nostro ordinamento per quanto riguarda la digitalizzazione nell’ambito finanziario”.

Se Industria 4.0 si è focalizzata sull’implementazione delle tecnologie abilitanti, l’Industria 5.0 si estende ed abbraccia le problematiche socio-ecologiche.

BRAND POST
Telmotor

Telmotor, azienda specializzata nell’Industry Automation ed Energy and Lighting Solutions, oggi sceglie di operare secondo un doppio binario: valorizzare le…