Leuze cresce a doppia cifra e guarda con ottimismo al 2022
22/12/2021
Leuze crescita doppia cifra 2021 Antonio Belletti

Forte della tenuta che è riuscita a conseguire nel 2020, Leuze Italia si appresta a concludere un 2021 con crescite a doppia cifra, possibili anche grazie alla rinnovata strategia di affiancamento delle local companies avviata da Leuze Global.

“Questa ci ha permesso di proporre al mercato non solo innovazioni di prodotto, ma anche soluzioni che i system integrator possono, insieme alla nostra esperienza applicativa, adottare per i clienti finali – dice Antonio Belletti, ad di Leuze Italia -. I settori che hanno fatto da motore trainante sono stati in particolare la sicurezza e la sensoristica digitale di fine linea”.

Oltre all’avvio dell’approccio innovativo al mercato, basato sullo sviluppo di soluzioni integrate con i prodotti Leuze, il Gruppo nel 2021 ha completato la transizione verso SAP e ha acquisito un’impresa in Repubblica Ceca attiva nel solution engineering a livello globale. Il Gruppo si dichiara quindi pronto a lavorare a stretto contatto e in prossimità con i clienti, anche in situazioni particolari come quella della crisi attuale dovuta al chip shortage. Nella convinzione che il dialogo e la vicinanza ai clienti possano essere di aiuto, senza nascondersi e ricercando insieme la migliore soluzione possibile.

Leuze sensore a forcella GSXLa crescita a doppia cifra in Italia è quindi avvenuta anche grazie a prodotti come soluzioni innovative per la sensoristica nel mondo del packaging, con il sensore combinato a forcella GSX, e i sensori di contrasto adattativo DRT 25. ll sensore combinato a forcella GSX di Leuze accoppia in particolare vantaggi delle fotocellule e degli ultrasuoni. Il dispositivo è particolarmente adatto per le etichettatrici utilizzate nel settore del packaging. Leuze vanta qui il primato dell’invenzione non solo della prima forcella per etichette (GS05), ma ha anche per aver sviluppato la prima forcella ad ultrasuoni (GSU14). Con la nuova serie GSX, l’azienda completa quindi la sua gamma di prodotti per sensori a forcella aggiungendo un modello combinato che può fare entrambe le cose: luce e ultrasuoni. In questo modo unisce i vantaggi delle varianti ottiche con quelli delle soluzioni a ultrasuoni, per adattarsi al meglio alle etichettatrici utilizzate nel settore del packaging.

Leuze sensori di contrasto DRT 25Con i sensori di contrasto adattativi DRT 25C Leuze ha invece sviluppato una tecnologia del tutto nuova: la Contrast Adaptive Teach Technology (CAT). L’idea alla base è semplice: l’oggetto target del sensore può cambiare in qualsiasi momento. Il DRT 25C funziona quindi facendo riferimento alla superficie o all’ambiente di un oggetto anziché all’oggetto stesso. Nel packaging, ad esempio, l’ambiente è il nastro trasportatore. Questo serve da riferimento per il sensore. Una volta che il sensore ha appreso le informazioni di contrasto del nastro trasportatore, deve solo essere sufficientemente smart da adattare questa conoscenza a un possibile cambiamento di ambiente.

Per Belletti, infine, il 2022 si svilupperà sulla falsariga dell’anno che sta per chiudersi: “Registriamo un andamento sostenuto della domanda e ovviamente dobbiamo adoperarci per mantenerla costante su questi livelli. Puntiamo molto sul completamento della nostra offerta attraverso le soluzioni e proprio per questo abbiamo in animo investimenti in risorse aggiuntive. I settori che ne beneficeranno sono i nostri settori d’elezione, l’intralogistica, il packaging, il manifatturiero con una particolare attenzione all’automotive. L’intralogistica in particolare vive uno sviluppo davvero intenso, in parte dovuto anche alla pandemia. La crisi sanitaria ha modificato le dinamiche di acquisto finale in quel mercato e proprio quel settore si deve ulteriormente attrezzare per rispondere alle esigenze del ‘subito, a costi bassi e ad alta qualità’. In questo quadro abbiamo presentato alla MecSpe di fine novembre, finalmente in presenza, il nuovo sistema di posizionamento ottico con integrate funzionalità Safety FBPS, un prodotto innovativo dove le caratteristiche di sicurezza si uniscono a quelle della velocità”.

Servitizzazione, ecosostenibilità e Industrial Smart Working: sono le tre linee sulle quali muove l’evoluzione da Industria 4.0 a 5.0