Iperammortamento, mini-proroga alla digitalizzazione
06/07/2017
mini-proroga iperammortamento Carboniero Ucimu

Mini-proroga di un mese, da fine giugno al 31 luglio 2018, per la consegna dei beni funzionali alla digitalizzazione dei processi che possono beneficiare dell’iperammortamento al 250%. Lo slittamento del termine per investimenti in beni Industria 4.0 è stato introdotto all’interno del cosiddetto Decreto Sud, pubblicato il 20 giugno scorso in Gazzetta Ufficiale ed entrato in vigore il 21 giugno 2017. Resta valida la condizione che l’ordine risulti accettato dal venditore entro la data del 31 dicembre 2017, con inoltre il pagamento di acconti in misura pari almeno al 20% del costo di acquisizione.

La misura era attesa ed è ben accolta dal settore dei costruttori di macchine, che stanno vivendo un anno eccezionale con numeri record registrati nel primo trimestre, con ordini di macchine utensili a +22% dal mercato nazionale. Resta ancora però dibattuta l’opportunità di prolungare ulteriormente le misure di agevolazione previste dal Piano Industria 4.0, come sottolinea Massimo Carboniero, presidente Ucimu – Sistemi per produrre. Secondo Carboniero, infatti, un anno potrebbe essere insufficiente a ridare alle imprese lo slancio al rinnovamento degli impianti produttivi, per ritrovare la competitività necessaria per affrontare i concorrenti globali. Carboniero dichiara quindi che potrebbe essere utile al riguardo trasformare il superammortamento in un provvedimento strutturale, anche per adeguare gli attuali coefficienti di ammortamento che non trovano ormai più un corrispettivo nella reale durata dei beni. ù

Boccia proroga iperammortamento

Per Carboniero, di aiuto alle imprese nel loro processo di riorganizzazione digitale sarebbe quindi utile inserire l’iperammortamento anche nella prossima Legge di Bilancio. Un ordine di idee peraltro sostenuto anche dal presidente di Confindustria Vincenzo Boccia, che in più occasioni ha definito gli incentivi legati al Piano Nazionale come una linea di politica industriale che giova alla competitività delle imprese, il cui mancato rinnovo sarebbe un errore. Il presidente Ucimu Carboniero ricorda infine come la fase di avvio e perfezionamento dell’iperammortamento, unitamente al tempo impiegato dalle aziende a recepirne il funzionamento, abbia fatto perdere mesi preziosi. Un’estensione integrale della misura per un altro anno sarebbe pertanto auspicabile.

Servitizzazione, ecosostenibilità e Industrial Smart Working: sono le tre linee sulle quali muove l’evoluzione da Industria 4.0 a 5.0

BRAND POST
Telmotor

Telmotor, azienda specializzata nell’Industry Automation ed Energy and Lighting Solutions, oggi sceglie di operare secondo un doppio binario: valorizzare le…