E-mobility e software nel futuro di ZF
31/03/2021
ZF bilancio 2020

ZF ha chiuso il 2020 con un fatturato di 32,6 miliardi di euro, risentendo dell’impatto covid-19 con un -11% sull’anno precedente. Il Gruppo ha quindi proseguito nella sua strategia di adeguamento alla trasformazione verso la mobilità elettrica fondando a inizio 2021 la Electrified Powertrain Technology division, che aggrega tecnologie di guida tradizionali, ibride ed elettriche per le autovetture.

Cuore dell’offerta prodotti è qui rappresentato dall’inverter, quale elemento centrale dell’elettronica di potenza. Entro l’anno verrà poi integrata nella Commercial Vehicle Technology division la compagnia Wabco, acquisita a maggio 2020, per creare un fornitore unico di tecnologie per veicoli commerciali e industriali.

ZF bilancio 2020 fatturato

L’allineamento strategico a lungo termine sarà quindi ulteriormente accelerato nelle aree elettronica, software e guida autonoma, dove ZF entra nei nuovi campi di attività dell’offerta di software e computer centrali, anche con la fondazione di un Global software center per accelerare lo sviluppo di soluzioni, prodotti e servizi basati sui dati. In tale ambito, ZF fornirà diversi milioni di unità dello ZF ProAI, computer modulare ad alte prestazioni per la digitalizzazione e la condivisione in rete dell’automobile, sia per costruttori di auto che per quelli di veicoli commerciali e industriali.

Il Gruppo ha infine registrato nel 2020 positivi sviluppi nella tecnologia relativa all’energia eolica, dove le forti richieste di prodotti della divisione Wind Power Technology hanno portato per la prima volta a vendite per un miliardo di euro.

I nuovi ordini assicurati tra fine 2020 e inizio 2021, tra cui nuove commesse per componenti elettrici della trasmissione con un volume di vendute pari a 14 miliardi di euro per diversi anni a venire, confermano quindi la strategia Next Generation Mobility di ZF, con prospettive di crescita futura e previsioni per un fatturato 2021 compreso tra i 37 e i 39 miliardi di euro, con margine EBIT rettificato tra il 4,5 e il 5,5%.

L’era dell’Industria 4.0, basata sulla digitalizzazione e l’interconnessione dei processi produttivi, ha ormai ceduto il passo a quella dell’Industria 5.0….