Digital twin nel CAM con Open Mind alla 33.BIMU
07/10/2022

Open Mind Technologies presenta in BIMU 2022 (Pad. 13 – stand B21) hyperMill Virtual Machining, soluzione che colma il divario tra sistema CAM e ambiente fisico della macchina per sfruttare i vantaggi dell’approccio digital twin.

Oggi molto si parla di sviluppo di sistemi smart e di IoT, ma nelle piccole e medie imprese manifatturiere, con la generazione del codice NC a partire dai dati CAD, ci sono già  processi digitali in atto: partendo da questa base si può solo progredire. Se infatti il software CAM può funzionare con un gemello digitale della lavorazione fisica è possibile aprire nuove opzioni per generare, ottimizzare e simulare il codice NC in modo sicuro.

Esempio ne è hyperMill Best Fit, un innovativo sistema di allineamento dei componenti per la successiva lavorazione, secondo cui il programma NC si definisce in base all’area di lavoro. Il software CAM di Open Mind aiuta le aziende a scegliere le migliori strategie di lavorazione per ottimizzare tempi e risorse, consentendo alle aziende di controllare materiali, energia e cicli di lavorazione per guadagnare in efficienza. E’ il caso ad esempio della finitura con utensile a barile conico del pacchetto hyperMill Maxx Machining, caratterizzato da una nuova geometria di fresatura che consente raggi da 1.000 mm e superiori, per eseguire incrementi notevoli, preservando al contempo la qualità della superficie. Il risultato è un risparmio di tempo fino al 90% in finitura.

Open Mind hyperMill virtual machining BIMU digital twinParlando quindi di interconnessione, aspetto essenziale alla digitalizzazione industriale, il sistema CAM ha un ruolo fondamentale nelle strategie di Industria 4.0 nel manifatturiero e di interconnessione dei sistemi lungo la catena dei processi produttivi. A seconda dell’ecosistema IT, sono quindi possibili diversi approcci, come la connessione del processo relativo ai dati CAD, CAM e NC a un PLM o a un MES, l’integrazione di uno strumento di gestione utensili, la capacità di visualizzare a livello aziendale i dati CAD usufruendo di strumenti come i viewer, oppure ancora sfruttare una comunicazione bidirezionale con i sistemi di controllo delle macchine. La comunicazione bidirezionale con i controlli delle macchine utensili è particolarmente importante nel collegamento in rete con altri sistemi lungo la catena di processo.

Se Industria 4.0 si è focalizzata sull’implementazione delle tecnologie abilitanti, l’Industria 5.0 si estende ed abbraccia le problematiche socio-ecologiche.

BRAND POST
Telmotor

Telmotor, azienda specializzata nell’Industry Automation ed Energy and Lighting Solutions, oggi sceglie di operare secondo un doppio binario: valorizzare le…