Competenze digitali, CDP Venture Capital e BPER Banca insieme per Gility
07/10/2022
CDP Bper formazione competenze digitali Gility

CDP Venture Capital e BPER Banca hanno deciso di collaborare per supportare la formazione di competenze digitali nelle aziende, tassello essenziale alla transizione digitale e tecnologica delle PMI italiane. Nasce così la piattaforma Gility, strumento per upskilling e formazione continua dei lavoratori.

La transizione digitale e tecnologica delle imprese passa infatti anche attraverso le competenze professionali degli oltre 6 milioni di lavoratori di aziende che hanno tra i 10 e i 500 dipendenti, e che si trovano di fronte alla necessità di adeguare e migliorare le proprie competenze per restare competitive e mantenere inalterato il perimetro occupazionale. In questo contesto, CDP Venture Capital e BPER Banca hanno deciso di siglare una partnership industriale, che prevede un investimento complessivo di 12,4 milioni di euro, per la nasscita della piattaforma digitale Gility, interamente dedicata alla formazione dei dipendenti delle piccole e medie imprese.

Si tratta di una collaborazione paritetica fra il fondo Boost Innovation, il corporate venture builder di CDP Venture Capital che co-crea nuove startup insieme alle grandi aziende italiane, e BPER Banca, terzo Gruppo bancario nazionale per raccolta globale e numero di sportelli, da sempre vicino al mondo delle PMI. Simone Maggi, ex CEO e co-founder della startup fashion tech Lanieri, acquisita nel 2020 dal Gruppo Reda, ricoprirà l’incarico di Amministratore Delegato della newco.

Gility, in particolare, selezionerà corsi di formazione e contenuti di qualità finalizzati ad accrescere e stimolare le competenze digitali e tecnologiche dei dipendenti delle PMI, oltre a fornire servizi di advisory sui percorsi formativi più efficaci da proporre e di finanziamento, monitoraggio e rendicontazione dell’intero progetto.

L’offerta complessiva di Gility comprenderà inoltre percorsi di upskilling, ossia di adeguamento e arricchimento delle competenze digitali, e moduli di formazione professionale continua, per favorire l’inserimento e il riposizionamento dei dipendenti all’interno dei nuovi processi aziendali. La semplicità di utilizzo della piattaforma e la qualità dell’esperienza per gli utenti sono garantiti dalla partnership tecnologica con Docebo, player italiano leader nel settore del learning management system.

Più in dettaglio, i contenuti a disposizione faranno riferimento ai seguenti macro ambiti: marketing e comunicazione, innovazione e competitività, tecnologie per il futuro (dal data analytics ai linguaggi di programmazione, passando per la sicurezza informatica), design e sviluppo, sostenibilità e obblighi formativi per i lavoratori. Il tutto per un’offerta che, nel suo insieme, supererà i 150 corsi e le 950 ore di formazione.

“Credo fortemente nella continua formazione e sono estremamente felice di guidare questa nuova startup EdTech – dichiara Simone Maggi, amministratore delegato di Gility -. Attraverso algoritmi proprietari e tecnologie allo stato dell’arte vogliamo fornire alle aziende uno strumento semplice per erogare i corsi migliori e accedere facilmente ai finanziamenti. I professionisti invece avranno un unico punto di accesso a tutta la formazione di qualità in Italia”.

“La transizione digitale è una delle maggiori sfide che le PMI stanno affrontando per mantenere la propria competitività sul mercato – commenta Enrico Resmini, amministratore delegato e direttore generale di CDP Venture Capital Sgr -, per questo abbiamo scelto di orientare l’azione del nostro corporate venture builder verso un nuovo strumento per la formazione, il primo dedicato a questo particolare segmento, in grado di sviluppare percorsi di formazione e riqualificazione delle risorse professionali di un tessuto imprenditoriale e produttivo fondamentale per l’economia del territorio”.

La presidente di BPER Banca, Flavia Mazzarella, ha dichiarato: “Siamo estremamente soddisfatti di aver siglato una partnership così importante, che si propone di intervenire sulla riqualificazione dei lavoratori finalizzata al rafforzamento delle competenze, in grado di favorire un loro inserimento e re-inserimento nel mondo del lavoro. Vogliamo infatti confermare e rafforzare il nostro ruolo di banca a sostegno delle PMI italiane non solo attraverso l’offerta di servizi finanziari, come ad esempio quelli di global advisory, ma anche mettendo a loro disposizione i progetti formativi proposti da Gility”.

Se Industria 4.0 si è focalizzata sull’implementazione delle tecnologie abilitanti, l’Industria 5.0 si estende ed abbraccia le problematiche socio-ecologiche.

BRAND POST
Telmotor

Telmotor, azienda specializzata nell’Industry Automation ed Energy and Lighting Solutions, oggi sceglie di operare secondo un doppio binario: valorizzare le…