Bando Made, al via le domande per 300 mila euro di fondi residui
29/07/2021
Made competence center bando finanziamenti

Sono stati assegnati a 22 progetti i primi 900 mila euro di finanziamenti messi a disposizione dal bando 2021 del Competence Center MADE. Viene quindi riaperto un altro bando per l’assegnazione dei fondi residui degli 1,2 milioni di euro originariamente messi a disposizione, per un ulteriore finanziamento complessivo di 300 mila euro per la realizzazione di progetti di Industria 4.0 tra le PMI manifatturiere italiane. Le candidature sono ammesse fino al 21 settembre 2021.

Dei 22 progetti approvati con il primo bando, il 64% è stato presentato da PMI provenienti dal nord e centro Italia, al 45% dalla Lombardia, al 14% dal Veneto, 9% Toscana e 9% Trentino-Alto Adige. Progettazione, ingegnerizzazione e sviluppo prodotto grazie a realtà aumentata e virtuale sono tra le attività più richieste (11% del totale dei progetti), anche mediante il ricorso alla ‘virtual room’ allestita in MADE. Vi sono poi pianificazione e controllo in tempo reale della produzione (15%), Intelligenza artificiale e big data analytics (15%), sistemi digitali a supporto dell’operatore (10%) e della manutenzione 4.0 (8%).

Le proposte ammesse al finanziamento afferiscono a una varietà di tecnologie impiegate e di settori industriali, dagli algoritmi di AI applicati alla lavorazione del legno con machine vision, alla integrazione hardware e software dei robot, fino a elettrodomestici per cuocere gli alimenti. Figurano poi soluzioni per la logistica di magazzino con impiego di veicoli autonomi, che movimentano i materiali sia all’interno che all’esterno della fabbrica, sistemi innovativi di demand planning, sensori per la conservazione e la manutenzione del patrimonio ambientale e soluzioni di tracciabilità nella produzione di protesi personalizzate. Tra i progetti compare anche il ricorso a robot collaborativi nella finitura superficiale, percorsi di digitalizzazione dei processi coinvolti ciclo di produzione – dalla preventivazione alla gestione delle lavorazioni. Non mancano ovviamente algoritmi a machine learning per la manutenzione preditiva, nello specifico applicati ai sistemi di refrigerazione, e il revamping in ottica IoT di macchinari industriali, servitizzazione e smart products.

Infine, anche il nuovo bando prevede un finanziamento a fondo perduto a copertura del 50% dell’investimento previsto, per un contributo erogabile massimo, per ogni singolo progetto, pari a 100 mila euro. MADE selezionerà le migliori proposte e i progetti di innovazione, ricerca industriale e sviluppo sperimentale sui temi del 4.0 che saranno realizzati proprio nella fabbrica digitale e sostenibile del Competence Center: uno spazio di 2,500 mq, unico nel suo genere, con 25 asset tecnologici e 20 dimostratori tutti integrati e interconnessi tra loro a formare una fabbrica ideale, digitale e sostenibile.

In linea con l’obiettivo strategico di MADE, sarà possibile candidare una o più proposte progettuali che dovranno fare riferimento ai temi di Industria 4.0 applicati al contesto manifatturiero: Strategia Industria 4.0, Progetti di innovazione, Demo e test, Scouting tecnologico, Consulenza Tecnologica, Validazione di progetti Industria 4.0. MADE metterà anche a disposizione un portafoglio di servizi completo e orientato al supporto degli investimenti, con l’ausilio della finanza agevolata e di un accordo con un primario istituto bancario per la valutazione del finanziamento.

Nella pagina www.made-cc.eu/bandi è possibile trovare tutti i dettagli per la partecipazione al bando e le indicazioni per l’inoltro in via telematica delle candidature.

L’era dell’Industria 4.0, basata sulla digitalizzazione e l’interconnessione dei processi produttivi, ha ormai ceduto il passo a quella dell’Industria 5.0….