Accordo UBI Banca e Confindustria per le filiere 4.0
22/11/2018
filiere 4.0 accordo UBI Banca Confindustria

UBI Banca e Confindustria integrano l’accordo sottoscritto un anno fa per finanziare progetti di Industria 4.0 tra le aziende, con l’inserimento di nuovi elementi strategici: lo sviluppo delle filiere 4.0, la responsabilità sociale d’impresa e la diffusione del welfare aziendale. L’intesa viene inoltre prorogata fino al 31 dicembre 2020, e prevede un plafond da 1 miliardo di euro per la concessione di finanziamenti a medio e lungo termine alle aziende che investono in R&S e innovazione.

L’accordo sostiene anche iniziative di supporto finanziario e consulenza alle aziende intenzionate a beneficiare delle opportunità del Piano Industria 4.0 anche tramite i Digital Innovation Hub. UBI Banca ha in particolare messo a disposizione esperti dedicati al finanziamento di progetti di trasformazione digitale, oltre alla consulenza sull’accesso ai fondi europei, avviando un programma di formazione che coinvolge i DIH di Lombardia, Marche, Piemonte e Umbria.

La collaborazione sui progetti finanziabili viene quindi ampliata per includere lo sviluppo delle filiere 4.0, con l’obiettivo di approfondire i bisogni delle imprese appartenenti alle filiere industriali per valorizzarle e migliorare l’accesso al credito per queste realtà. Verranno quindi sostenuti progetti orientati alla responsabilità sociale d’impresa come strategia di competitività, avendo come target investimenti volti a ridurre l’impatto ambientale, mantenere o creare nuova occupazione, realizzare partnership tra pubblico e privato e dare supporto a territori svantaggiati o colpiti da disastri naturali. Le due parti hanno quindi sottoscritto un accordo quadro a livello nazionale per collaborare alla diffusione e allo sviluppo della cultura del welfare aziendale.

A un anno di distanza dal varo del Piano Nazionale Industria 4.0 è tempo di un primo bilancio ma anche…