Zucchetti e Ghostcfo insieme per il Digital CFO
12/08/2019
CFO digital Zucchetti Ghostcfo

Zucchetti integra nella propria offerta applicativa la soluzione Digital CFO della startup veronese Ghostcfo, specializzata nello sviluppo di algoritmi matematico-statistici e applicazioni basate su sistemi di AI, a supporto delle decisioni aziendali. Il Gruppo Zucchetti ha acquisito il 51% di Ghostcfo in concomitanza con l’entrata in vigore del Nuovo codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza.

La norma introduce l’obbligo dal 16 marzo 2019 di un assetto organizzativo interno alle aziende di ogni dimensione e tipologia atto a individuare, controllare e prevenire possibili rischi di crisi, mediante il monitoraggio dei parametri economico-finanziari, reddituali e patrimoniali dell’impresa. La soluzione Digital CFO nasce così dalla sinergia tra Ghostcfo e Zucchetti, e consiste in un software web in cloud per la pianificazione e il controllo che permette, attraverso la analisi di diverse fonti informative (dati della Centrale Rischi di Banca d’Italia, bilanci XBRL, situazioni contabili infrannuali, questionari qualitativi), di verificare lo stato di salute dell’azienda, certificarlo mediante apposizione di una firma elettronica e un riferimento temporale e ottimizzare il rapporto banca-impresa.

Grazie a Digital CFO inoltre, professionisti e aziende possono usufruire delle stesse informazioni di cui dispone la Banca d’Italia o lo stesso sistema del credito (sia pur, quest’ultimo, in forma meno dettagliata) e, non da meno, il software permette loro di adempiere all’obbligo di dotarsi del sistema di allerta (previsto dall’art. 375 del D.Lgs. 12/01/2019 n. 14) per prevenire situazioni future di crisi, di insolvenza o di procedure concorsuali.

Il servizio innovativo è pensato per accompagnare i commercialisti nel percorso evolutivo che interessa la loro professione, che sempre più vedrà la fiscalità accompagnarsi a nuovi servizi di consulenza alle imprese, supportando gli imprenditori nel reperimento di fonti di finanziamento che possano garantire continuità operativa e crescita del business.

La soluzione si rivolge altresì direttamente alle aziende che abbiano una gestione interna della tesoreria, permettendo loro di adeguarsi a tutte le attuali e future regole imposte dal nuovo Codice della Crisi d’impresa e dell’Insolvenza, consentendo anche di avere le informazioni e gli strumenti più adatti per interfacciarsi nel modo più favorevole con gli istituti bancari.

Per il Piano Industria 4.0 il 2018 è stato l’anno del passaggio all’Impresa 4.0. Questo intervento di sostegno alla digitalizzazione…