Valvole per respiratori stampate da Enea in Campania
23/04/2020

Enea ha fornito alla Protezione civile dispositivi medici che permettono di trasformare maschere da snorkeling in respiratori per l’emergenza covid-19.

Ricercatori presso il Centro di Portici hanno utilizzato la stampa 3D per realizzare le speciali valvole Charlotte brevettate dalla start-up Isinnova, che consentono di adattare le maschere Easybreath di Decathlon in respiratori per la terapia sub-intensiva. La produzione iniziale del dipartimento Tecnologie Energetiche con i suoi laboratori di Portici è stata di 15 kit di valvole al giorno, per un primo totale previsto di 150 adattatori mirati a rafforzare la disponibilità in Campania, ma anche per strutture ospedaliere in Lombardia, in caso di penuria di caschi C-PAP per pazienti con problemi respiratori.

Sempre a Portici, Enea sta anche producendo box in plexiglass per interventi di pronto soccorso degli ospedali campani. Tutti questi dispositivi saranno distribuiti ai presidi ospedalieri dalla Protezione Civile.

Le valvole vengono valutate e validate da un pool di medici che ne verifica l’efficacia e il corretto funzionamento. L’iniziativa è coordinata dalla direzione generale per la Tutela della salute della Regione Campania e coinvolge diversi soggetti pubblici e privati fra cui il Laboratorio FabLab Napoli, Re-Made in Sanità, The Spark Creative Hub, 3D Rap, Dam Bros, Stampa3Dsud e Stmaker Makerspace-Hub.

Ideato nel 2016 il Piano Nazionale Industria 4.0 negli anni ha seguito l’evolversi dell’implementazione nel nostro Paese delle tecnologie abilitanti,…