Sorveglianza sanitaria Aisent all’aeroporto di Bergamo
16/09/2020
Aisent algoritmo videosorveglianza

La sorveglianza all’aeroporto di Bergamo Orio al Serio in tempi di coronavirus sfrutta il circuito di telecamere esistenti grazie al supplemento di intelligenza dato da PeopleEngine, algoritmo sviluppato da Aisent, azienda attiva nel campo dalla AI legata al manifatturiero nata dall’incubatore d’impresa di Bergamo Sviluppo del Point di Dalmine.

Il progetto è tra i protagonisti del Tavolo di Innovazione post covid-19 promosso da Confindustria Bergamo, volto a stimolare le imprese a reinventare il proprio business, almeno temporaneamente, mettendo in comune e valorizzando progetti e soluzioni per affrontare l’emergenza epidemiologica.

L’innovativo algoritmo di Aisent è in grado di mettere a frutto la massa sterminata di dati visivi rilevati dalle videocamere, che solitamente restano inutilizzati, per invece analizzarli e digerirli e trarne indicazioni su aspetti chiave, verificando in tempo reale la presenza o meno del distanziamento sociale, il verificarsi di assembramenti andando anche a specificare se si tratta di assembramento causali o di gruppi organizzati o familiari. Il sistema può inoltre dare indicazioni sulla presenza delle mascherine sui volti delle persone, oltreché sul loro corretto posizionamento. E’ così possibile intervenire in tempo reale e in maniera tempestiva in caso di necessità.

PeopleEngine mantiene quindi una memoria degli spostamenti e può essere utile anche per migliorare la gestione di aree a rischio come i bagni pubblici, che in funzione del grado di utilizzo devono essere più o meno spesso sanificati. Grazie allo storico, possono anche essere elaborate previsioni attendibili sull’utilizzo degli spazi che, una volta superata l’emergenza sanitaria, permetteranno, soprattutto per le grandi aree, aeroporti, centri commerciali, una ottimale gestione delle presenze e una migliore esperienza per il consumatore.

Il tutto avviene nella più totale salvaguardia della privacy poiché il sistema non identifica la persona. I dati sono inoltre in esclusivo possesso del cliente. Tutta l’elaborazione avviene in locale, non è necessaria alcuna connessione a internet, le immagini vengono eliminate dopo l’elaborazione e si salva solo il dato aggregato, per esempio un conteggio finale. Il sistema sviluppato è orizzontale e basato sui più diffusi video di sorveglianza, e viene personalizzato da Aisent sulle singole esigenze del cliente, che possono essere molto diverse.

Dopo gli aeroporti, la prossima sfida è quindi l’ingresso negli ambiti della grande distribuzione e centri commerciali, dove gli algoritmi, anche in versione post covid, potranno dare indicazioni molto sofisticate su accessi, affollamenti, permanenza davanti alle vetrine, diventando un utile e innovativo elemento di business.

Ideato nel 2016 il Piano Nazionale Industria 4.0 negli anni ha seguito l’evolversi dell’implementazione nel nostro Paese delle tecnologie abilitanti,…