Siderurgia e digitalizzazione secondo Korte di SSAB
08/08/2017
siderurgia digitalizzazione SSAB Niko Korte

La digitalizzazione del settore siderurgico in SSAB è un processo fatto di progetti concreti da sperimentare nel business di ogni giorno, per migliorare prodotto e servizio e ottimizzare la logistica a beneficio dei clienti. Niko Korte, senior manager digital business development in SSAB, spiega quali sono per la società le principali sfide che l’industria dell’acciaio dovrà affrontare nel prossimo futuro sotto il prospetto della trasformazione digitale.

“L’industria manifatturiera è in piena trasformazione, con la produzione automatizzata e i lotti di produzione per i clienti sempre più piccoli. Allo stesso tempo, cresce l’impatto delle filiere produttive sul business. Serve pertanto essere in grado di offrire maggiori informazioni per incrementare l’efficienza della produzione e della logistica dei clienti, e molte soluzioni a queste sfide sembrano essere legate ai componenti digitali. La digitalizzazione deve essere vista in tale ottica come uno strumento prezioso, non come un fine. In parallelo, i requisiti di tracciabilità e sostenibilità si fanno più severi: a questi ultime due aspetti SSAB cerca di dare risposta con il concetto dello SmartSteel. L’idea alla base è rendere dati e istruzioni relative a ogni acciaio disponibili ovunque questo venga processato. Ogni anello della catena produttiva può quindi aggiungere informazioni, con immediati ed evidenti benefici per il cliente a livello di automazione della tracciabilità e della documentazione”.

Importante è quindi anche il contributo portato dalla rafforzata collaborazione tra gli attori della filiera, grazie alla digitalizzazione. “La chiave sta nell’incremento della comunicazione. Le tecnologie digitali arricchiranno le modalità di contatto con i clienti, rendendo inoltre molto più semplice e veloce la creazione di nuovi contatti. I meccanismi dietro domanda e l’offerta diventano a mano a mano più trasparenti, e le soluzioni di business online si affacciano sempre più numerose. Ed è solo l’inizio: credo che il vero valore aggiunto della digitalizzazione sia nei network di collaborazione, che significano catene manifatturiere e logistiche più efficienti, che sfumano i confini dei modelli di business tradizionali. Nell’industria siderurgica, la volatilità e cicli sempre più rapidi sono destinati a restare come strutturali: il mondo e il contesto operativo dei nostri clienti cambia, e i nostri sistemi devono cambiare alla stessa rapidità per dare le risposte adeguate. La velocità ci impone di avere una grande quantità di informazioni e sistemi intelligenti, e la digitalizzazione consente qui di mantenere il controllo dei processi in ogni circostanza”.

SSAB Niko Korte siderurgia digitalizzazione

Digitalizzazione che deve avvenire come un processo di implementazione quotidiano, in tre aree fondamentali, il prodotto, la vendita e la produzione. “Personalmente, ritengo che la digitalizzazione non debba essere una visione di alto livello. In SSAB non esiste una strategia digitale come qualcosa a parte, ma piuttosto intesa come mettere in pratica progetti concreti ogni giorno, per implementare la strategia aziendale comune integrando nuove soluzioni digitali nel lavoro di ogni giorno. Possiamo pertanto distinguere tre aree della digitalizzazione in SSAB: innanzitutto, la digitalizzazione di prodotti e servizi, di cui SmartSteel rappresenta un ottimo esempio. In futuro, l’acciaio sarà in grado da sé di comunicare le proprie caratteristiche e le istruzioni di lavorazione alle macchine che lo lavorano. La macchina sarà quindi in grado di adattarsi in automatico. Ciò porterà a ridurre gli scarti e i tempi di produzione. In secondo luogo, viene la customer experience: quest’area porterà ad esempio Salesforce a un livello superiore nella gestione della relazione con il cliente, migliorando il processo di vendita. Stiamo inoltre lavorando alla costruzione di un portale unico per i clienti per le divisioni dell’acciaio, e nuove soluzioni arriveranno anche nel marketing digitale”.

“Infine, la digitalizzazione entra in produzione e nei processi stessi: in autunno sono in previsione alcuni progetti pilota di digitalizzazione nello spirito del miglioramento continuo. Piccoli progetti di miglioramento continuo all’interno della nostra organizzazione, che ci servono per fare esperienza ed essere poi implementati su più larga scala. Certe innovazioni sono talmente grandi da necessitare di essere ridotte in una molteplicità di passi tangibili più piccoli. SSAB persegue in questo un approccio pragmatico, fatto di prove ed errori”.

‘Italia 4.0 – Tecnologie per lo Smart Manufacturing’ è la rivista che rappresenta un osservatorio permanente sugli scenari macroeconomici e…