Robot e meccatronica, Greco anticipa le novità 2019 di KLAIN
di Marco Zambelli - 22/02/2019
robot KLAIN robotics automazione Fabio Greco

Le navette della danese MiR (Mobile Industrial Robots) sono una delle ultime tecnologie entrate nella famiglia di prodotti distribuiti e rappresentati in Italia da KLAINrobotics. La gamma di navette MiR include tre modelli, MiR100, MiR200 e MiR500, presentato di recente, progettati per l’automazione sicura nel trasporto di pallet e carichi pesanti in tutti i settori. Flessibili e facili da programmare, i robot MiR sono studiati per ottimizzare la logistica lungo tutta la catena di produzione, dal magazzino alla consegna delle merci, e sono in grado di muoversi in totale sicurezza attorno alle persone e agli ostacoli fisici, navigando in autonomia per trovare il percorso più efficiente verso la destinazione.

“Le navette MiR sono un oggetto tecnologico molto interessante – spiega Fabio Greco, titolare di KLAINrobotics -, che trova largo impiego in tutte le applicazioni di logistica all’interno delle fabbriche, per il trasporto di materiali e del work-in-process da e verso i magazzini o per asservimento macchine in genere. Queste navette stanno riscuotendo un notevole interesse sul mercato, successo cui stiamo contribuendo offrendo ai clienti la possibilità di mostrarne le funzionalità con demo eseguite direttamente nei loro stabilimenti”.

Oltre alle navette MiR, entrate nel portfolio KLAIN nel 2017, storicamente l’offerta dell’azienda include i robot industriali di piccola-media taglia Denso, i robot Hyundai, di cui è dealer ufficiale certificato, il collaborativo P-Rob della svizzera F&P Robotics, dotato anche di certificazione per healthcare, e componenti meccatronici in logica complementare ai robot, come gli Eyefeeder e i mini-Eyefeeder, alimentatori flessibili per asservimento macchine operatrici, macchine speciali e linee di assemblaggio.

robot industriali Denso KLAIN roboticsLo scouting tecnologico di Greco porta quindi KLAIN a valutare per il 2019 alcune ulteriori novità: “La prima riguarda un magazzino verticale che mi ha colpito per la sua intrigante tecnologia. La soluzione, chiamata EffiMat si discosta in modo significativo dai classici magazzini verticali già presenti nel mercato per l’estrema velocità di prelievo, potendo ottenere fino a 200 e più picking all’ora. Ciò è possibile grazie a un innovativo concetto che consente alle scatole contenenti i prodotti di muoversi orizzontalmente durante le traslazioni da e verso le baie di stoccaggio, velocizzando moltissimo i prelievi”. Il prodotto, che KLAIN potrebbe riuscire a portare già in visione alla prossima Mecspe, consente di aumentare il numero di prelievi riducendo lo spazio e il numero stesso dei magazzini. EffiMat può inoltre essere automatizzato per il carico automatico delle navette MiR.

Nel 2019 KLAINrobotics si appresta inoltre a riprendere e distribuire uno speciale pallettizzatore a torre che in passato l’azienda acquistava già personalizzato. “Stiamo ragionando con l’azienda che lo produceva per acquisire i disegni costruttivi – spiega Greco -, e valuteremo poi le officine meccaniche adatte per riprendere e continuarne la produzione. La soluzione verrà ovviamente proposta con i robot, rendendo automatico il prelievo dei componenti per il carico successivo di macchine utensili, macchine operatrici o linee di assemblaggio”.

Per il Piano Industria 4.0 il 2018 è stato l’anno del passaggio all’Impresa 4.0. Questo intervento di sostegno alla digitalizzazione…