Robot e automazione nello sviluppo di Tailandia 4.0
19/12/2017
Tailandia 4.0 robot automazione

Robotica e automazione avranno un forte peso nello sviluppo del modello Tailandia 4.0, come dichiarato dal Board of investments (BOI) del Paese. Negli ultimi 30 anni il Paese è divenuto un costruttore leader per le industrie automotive e di applicazioni elettroniche ed elettriche, due settori che guidano lo sviluppo mondiale nei settori dei robot e dell’automazione. La Tailandia è il secondo più grande produttore ed esportatore di hard-disk drive, e il sesto produttore mondiale di veicoli commerciali.
spacer 0.2

Agli investimenti massivi in macchinari e sistemi di automazione che il Paese ha sostenuto negli ultimi anni per mantenere competitività, si aggiungono le prospettive di ulteriori investimenti nel manifatturiero: il 50% degli imprenditori investirà infatti nell’adozione di sistemi di automazione nei prossimi 1-3 anni, mentre si prevede che le medie aziende saranno pronte a investire nell’arco di 3-5 anni, seguite dalle piccole. Il panorama prospetta grandi opportunità per l’industria del robot e dell’automazione in Tailandia, e già per l’industria dei robot industriali locale le stime di crescita sono del 133%, dalle 2.131 unità del 2013 alle 7.500 unità previste nel 2018.
spacer 0.2

robot automazione Tailandia 4.0

Nuova sede ABB inaugurata a novembre 2017 nella provincia di Rayong per la produzione di robot per asservimento macchine utensili

spacer 0.2

Il modello Tailandia 4.0 punta in particolare su 10 settori industriali, cinque dei quali possono trarre grande vantaggio dall’impiego di nuove tecnologie, e sono Automotive di prossima generazione, Elettronica smart, Turismo ad alto valore e turismo medicale, Agricoltura efficiente e Biotecnologie e innovazione nell’alimentare. Tra i driver per lo sviluppo figurano quindi altri cinque settori, tra cui appunto Robot e automazione, Aerospace, Bio-energie e biochimica, Digitale e Medicale e salute. A sostegno della crescita nella domanda di tecnologie, il Paese ha quindi pronte misure per supportare la crescita dell’industria dei robot e automazione, a partire da programmi di formazione in ingegneria robotica e di automazione, offerti dal Field Robotics (FIBO) della King Mongkut’s University of Technology.
spacer 0.2

Una serie di agevolazioni fiscali sono quindi mirate a incentivare lo sviluppo di progetti nazionali. Ad esempio, per progetti legati ad assemblaggio di robot o di strumenti di automazione, gli investitori potranno usufruire di cinque anni di esenzione fiscale. Le imprese che investiranno in robotica e automazione nella EEC area (Eastern Economic corridor) potranno inoltre beneficiare di un ulteriore riduzione fiscale del 50% sugli introiti per altri cinque anni. Tecnologie robotiche innovative per il Medicale hanno in particolare prospettive molto interessanti, dal momento che la Tailandia si prepara a divenire l’Hub medicale del continente asiatico. Inoltre, a causa del rapido invecchiamento della popolazione, robot di servizio diventeranno parte sempre più integrante della vita quotidiana delle persone, come robot per assistenza di anziani e per bambini affetti da autismo, bracci robotici riabilitativi, robot e sistemi automatici di rifornimento e distribuzione di farmaci.

A un anno di distanza dal varo del Piano Nazionale Industria 4.0 è tempo di un primo bilancio ma anche…