Ricambi in movimento con i robot mobili MiR in Ford
19/11/2019
robot mobili MiR logistica interna Ford

Tre robot mobili MiR ottimizzano la logistica interna nello stabilimento Ford di Almussafes, a Valencia. Qui su una superficie di 300.000 mq vengono prodotti ogni giorno 2.000 veicoli, per una serie di modelli che include Kuga, Mondo e S-Max. La fabbrica è una delle più innovative di Ford in Europa, con una produzione altamente automatizzata che fa largo uso di robot industriali.

Al fine di assicurare costanza di produzione, nello stabilimento Ford è essenziale rifornire continuamente di componenti e attrezzature industriali le vare stazioni robotizzate dell’impianto di stampaggio delle carrozzerie e per la saldatura. Prima dell’acquisto di un primo robot mobile MiR, avvenuto un anno e mezzo fa, queste operazioni avvenivano manualmente, rappresentando un compito ripetitivo, dispendioso e senza alcun apporto di valore intellettuale da parte degli operatori. Si è pertanto giunti all’implementazione di un robot mobile MiR nella linea di assemblaggio per provvedere alla consegna dei pezzi di ricambio.

Il robot è stato programmato per imparare l’intera mappa dell’impianto, grazie ai sensori di cui è dotato e senza aiuti e supporti esterni per circolare. Requisito cercato da Ford era infatti che la navigazione del robot non richiedesse elementi esterni, come segnali luminosi, magneti o guide a pavimento. Sopravvissuto con successo al compito, questo primo robot collaborativo autonomo MiR è stato quindi soprannominato Survival all’interno della fabbrica, essendo stato in grado di sopravvivere in un ambiente ostile.

“Quando sono iniziate le prove, gli operatori osservavano curiosi il robot mentre passava, come in un film di fantascienza – racconta Eduardo García Magraner, responsabile tecnico dell’area stampaggio delle carrozzerie -, ma ora continuano il loro lavoro sapendo che il robot è sufficientemente intelligente da poter lavorare al loro fianco”.

Altro requisito soddisfatto dal robot MiR era quindi la facilità d’uso e configurazione, affinché chiunque potesse utilizzarlo anche senza avere dimestichezza con il mondo dei robot collaborativi. Ford ha testato il robot per un periodo di tempo, durante il quale ha funzionato alla perfezione divenendo un membro molto prezioso per il team. L’azienda ha quindi introdotto nell’impianto di Valencia altri due robot mobili, e il costruttore guarda alla possibilità di poterlo inserire con successo anche in altre strutture Ford.

I test condotti dall’azienda hanno infatti dimostrato che l’impiego di un solo robot mobile ha consentito di risparmiare fino a 40 ore di lavoro a basso valore degli operatori ogni giorno, consentendo ai lavoratori di dedicarsi ad attività più complesse e trasformando la distribuzione di pezzi di ricambio in un lavoro altamente qualificato. Per adattare i robot MiR alle esigenze dello stabilimento, Ford ha inoltre deciso di dotarli di un sistema di scaffalature automatiche con 17 scompartimenti per accogliere materiali di diverso peso e dimensioni. Per evitare errori, l’apertura e la chiusura di queste slot è automatizzata, il che significa che gli operatori in ogni area hanno accesso solo ai materiali loro assegnati.

Ideato nel 2016 il Piano Nazionale Industria 4.0 negli anni ha seguito l’evolversi dell’implementazione nel nostro Paese delle tecnologie abilitanti,…