Pubblicata la strategia nazionale per l’Intelligenza Artificiale
27/07/2020
Strategia nazionale AI

Sono stati completati i lavori per la definizione della “Strategia italiana per l’Intelligenza Artificiale”, con la pubblicazione il due luglio scorso da parte del Mise del documento definitivo contenente tutte le proposte. Il documento è stato elaborato da un gruppo di esperti indipendenti selezionati dal Mise che hanno recepito le osservazioni pervenute a seguito della consultazione pubblica dello scorso anno.

Lo sviluppo delle tecnologie emergenti è uno dei punti al centro dell’azione portata avanti dal Ministro Patuanelli per favorire l’innovazione e la competitività delle imprese, che pone l’Italia all’avanguardia nella trasformazione digitale dei processi produttivi, garantendo anche la tutela occupazionale, sociale e ambientale.

La strategia è strutturata in tre parti: la prima è dedicata all’analisi del mercato globale, europeo e nazionale dell’Intelligenza Artificiale. La seconda parte descrive gli elementi fondamentali della strategia, mentre la terza approfondisce la governance proposta per l’AI italiana e propone alcune raccomandazioni per l’implementazione, il monitoraggio e la comunicazione della strategia nazionale in tema di intelligenza artificiale.

La visione proposta raccomanda in particolare che l’Italia si faccia portavoce attivamente a livello europeo e globale per un approccio responsabile all’AI, sia in seno al dibattito europeo che all’interno di iniziative nazionali come il partenariato globale sulla AI (GPAI) promosso dai governi di Francia e Canada. Il documento guarda quindi allo sviluppo della AI con un’impronta chiaramente antropocentrica, vedendo nella AI una tecnologia complementare e funzionale all’intelligenza umana, e non sostitutiva della stessa. Nel suo insieme, lo sviluppo della tecnologia deve quindi rientrare in una strategia di trasformazione digitale orientata alla sostenibilità, sostenendo il progresso nazionale dal punto di vista economico, sociale e ambientale.

Tra le raccomandazioni si chiede quindi che la strategia italiana punti in particolar modo sullo sviluppo della cosiddetta embedded AI, con soluzioni che facciano impiego in modo particolare della AI at the edge, ovvero localizzata il più possibile vicino agli oggetti intelligenti connessi.

Il documento sarà alla base della definizione della strategia italiana nell’ambito del Piano Coordinato europeo.

Ideato nel 2016 il Piano Nazionale Industria 4.0 negli anni ha seguito l’evolversi dell’implementazione nel nostro Paese delle tecnologie abilitanti,…