Nissan e Gruppo EDF insieme per la ricarica smart V2G
09/10/2019
ricarica smart V2G accordo Nissan EDF

Partnership siglata tra Nissan e il Gruppo EDF per accelerare la diffusione dei veicoli elettrici grazie alla creazione di una rete di ricarica smart integrata V2G (vehicle to grid) in Europa. L’accordo si applica in particolare a Regno Unito, Francia, Belgio e Italia, e metterà insieme tecnologie sviluppate e padroneggiate dalle due aziende.

La ricarica smart impiega tecnologie che ottimizzano i processi di ricarica e scarica dei veicoli, effettuando il controllo di quando i veicoli sono in carica e del tempo che impiegano per una ricarica completa. Il sistema V2G consente quindi di avere un flusso di elettricità a due vie tra auto e colonnina, e l’energia accumulata nelle batterie dei veicoli elettrici può essere utilizzata per soddisfare il fabbisogno energetico di un’azienda o della rete, fungendo anche da bacino di accumulo per aiutare anche a bilanciare la produzione intermittente da energie rinnovabili.

Come specificato dai termini della partnership, Nissan è responsabile della vendita di veicoli compatibili con il V2G. Nella visione della casa automotive, l’integrazione dei veicoli elettrici ricopre infatti un ruolo centrale per la mobilità intelligente, apportando anche benefici in termini di stabilità della rete elettrica e nuove opportunità finanziarie alle aziende. Già lo scorso anno Nissan ha realizzato vendite record in Europa della sua Nissan Leaf e del van e-NV2000.

Il Gruppo EDF si occuperà invece della messa a disposizione di soluzioni di ricarica intelligente V2G e dei servizi collegati. Questi servizi sono sviluppati da Izivia, azienda specializzata nelle infrastrutture di ricarica e controllata interamente dal Gruppo EDF e da Dreev, nuova joint-venture tra EDF e NUVVE, specializzata nell’offerta di soluzioni commerciali V2G. L’accordo fa seguito a una precedente partnership in UK tra EDF e Nissan firmata lo scorso anno, a seguito della quale le due organizzazioni hanno iniziato a collaborare per lo sviluppo di offerte congiunte nelle aree di mobilità elettrica, ricarica smart, riuso delle batterie esauste, stoccaggio di energia e risorse rinnovabili.

Positivo infine il commento di Nicola Monti, ad di Edison, secondo cui “l’accordo con Nissan è un’opportunità unica di introdurre i servizi ‘vehicle to grid’ anche nel mercato italiano e diventare leader chiave nella transizione energetica del paese. A tutti gli effetti questa operazione accelererà la diffusione della mobilità elettrica e rappresenta un’opportunità per i clienti di Edison di beneficiare di un futuro fatto di scelte energetiche indipendenti e sostenibili.”

Per il Piano Industria 4.0 il 2018 è stato l’anno del passaggio all’Impresa 4.0. Questo intervento di sostegno alla digitalizzazione…