Nasce Enea Tech, 500 milioni iniziali per il trasferimento tecnologico
11/12/2020
Enea tech trasferimento tecnologico

Il Mise rende ufficialmente operativa la Fondazione Enea Tech, organo che gestirà il primo fondo italiano dedicato al trasferimento tecnologico tra mondo della ricerca e imprese, con particolare riferimento a start-up e PMI innovative.

La piena operatività giunge con la nomina a presidente di Anna Tampieri, direttore dell’Istec (Istituto di scienza e tecnologia dei materiali ceramici del CNR), e di direttore a Salvatore Mizzi (amministratore delegato di Invitalia Ventures). Ad affiancare Tampieri e Mizzi nel Consiglio direttivo della Fondazione sarà Federico Testa, presidente Enea.

Istituita con il Decreto Rilancio e ufficializzata lo scorso agosto, Enea Tech è una fondazione di diritto privato realizzata in collaborazione tra Mise ed Enea, con una dotazione iniziale di 500 milioni di euro. L’obiettivo di Enea Tech sarà promuovere investimenti in tecnologie innovative ed emergenti, sostenendo progetti di ricerca, sviluppo e trasferimento tecnologico a supporto delle imprese che operano sul territorio nazionale, per far fronte alle nuove sfide tecnologiche e produttive.

Come previsto dallo Statuto, la Fondazione potrà partecipare e investire in start-up e PMI innovative, spin-off universitari e di centri di ricerca e sviluppo, promuovendo e sostenendo i processi di innovazione e trasferimento tecnologico delle PMI per la creazione di imprese ad alto contenuto tecnologico.

L’era dell’Industria 4.0, basata sulla digitalizzazione e l’interconnessione dei processi produttivi, ha ormai ceduto il passo a quella dell’Industria 5.0….