Microtecnologie laser, Marposs acquisisce Aeroel
microtecnologie laser Aeroel Marposs
03/08/2017

La friulana Aeroel, nome d’eccellenza nelle microtecnologie di misurazione a luce laser per l’industria, entra nel gruppo bolognese Marposs. La multinazionale mette a segno così la quinta acquisizione in meno di un anno, seguendo una strategia che non ha confini geografici, puntando a piccole realtà in crescita che possano completare le soluzioni nei sistemi di misurazione del gruppo. Aeroel è una piccola realtà di 22 persone e poco meno di 4 milioni di fatturato, con sede a Pradamano, Udine, fondata nel 1978 e guidata dall’ingegnere Antonio Spizzamiglio. L’azienda con i suoi micrometri e calibri laser ad alta precisione ha conquistato anche i laboratori del Cern di Ginevra.

L’acquisizione apre forti sinergie: le soluzioni Aeroel si integrano alla perfezione con il portafoglio Marposs, offrendo inoltre l’opportunità all’azienda di entrare in ambiti come estrusione plastica e smaltatura di cavi di rame nei quali il gruppo era finora poco presente. L’operazione porta inoltre in dote a Marposs un cliente del calibro di Michelin, e tecnologie chiave per lo sviluppo industriale 4.0. Marposs esporta in modo diretto il 90% del proprio fatturato, che nel 2016 è stato pari a 455 milioni di euro, con un altro 4% di export indiretto. Aeroel esporta già il 60% della produzione, e le sue competenze tecniche e la struttura di vendita e assistenza apportano ulteriore valore al gruppo. Tra i settori serviti, l’automotive resta il primo cliente del gruppo, con però aerospaziale, biomedicale ed elettronica di consumo in crescita. Nel primo semestre 2017 Marposs ha registrato un incremento ordini del 10% sullo stesso periodo dell’anno precedente, con la Cina a fare da traino, ed è proiettata a chiudere l’anno in corso raggiungendo la soglia del mezzo miliardo di euro di fatturato.

‘Italia 4.0 – Tecnologie per lo Smart Manufacturing’ è la rivista che rappresenta un osservatorio permanente sugli scenari macroeconomici e…