Meccatronica, big data e AI nei robot Yaskawa raccontati da Redavide
di Marco Zambelli - 12/04/2019
AI robot Yaskawa Alessandro Redavide

L’intelligenza artificiale applicata ai robot porta un’evoluzione nell’interazione con l’uomo ma anche con altri robot, macchine e sistemi. Nella visione di Yaskawa, nel connubio robotica + AI i robot continueranno a svolgere le mansioni più pesanti, ripetitive e rischiose, lasciando libero l’operatore di proseguire la propria formazione in azienda, per acquisire sempre nuovi skill richiesti dal mercato.

“In quest’ottica nasceranno nuove professionalità – dice Alessandro Redavide, marketing & communication manager di Yaskawa Italia -, che andranno a occupare la fascia più alta del lavoro e a generare un valore aggiunto in settori ad alta tecnologia. Per chi opera con i robot, in particolare, Yaskawa propone dei corsi mirati, centrati sui temi della programmazione, della tecnologia di comando e di controllo, della manutenzione e dei software dedicati alla robotica“.

Grande è quindi l’attenzione che Yaskawa pone alla parte dedicata al software, dove l’AI offre diversi vantaggi tra cui una maggiore praticità grazie allo sviluppo di interfacce intuitive e user friendly. “Tutte le nostre nuove proposte vengono dotate di nuovi tool per rispondere alle esigenze dei clienti e per migliorare anche l’interazione con i software dei clienti finali – continua Redavide -. Inoltre Yaskawa si concentra anche sulla simulazione virtuale di sistemi e processi basati su robot, che offre vantaggi cruciali non solo nella pianificazione ma anche nella messa in servizio e nel funzionamento dei sistemi stessi. I programmi di simulazione consentono la configurazione virtuale e l’ispezione dei processi di produzione in un ambiente 3D dinamico: in particolare gli errori costosi possono essere esclusi in modo affidabile, e i tempi di programmazione in loco da parte degli operatori specializzati subiscono sensibili riduzioni così da ottimizzare le risorse in modo più efficiente. Il prerequisito sono soluzioni software che soddisfino i parametri tecnici della robotica nonché i requisiti specifici dell’ambiente di sistema”.

robot AI Yaskawa Cockpit dashboard manutenzione predittiva

Secondo Redavide è quindi fondamentale che le macchine complesse siano gestite da un solo sistema, in grado di unire i diversi componenti dei processi automatizzati. Oltre a costi di acquisto più contenuti, in questo modo la macchina risulta più semplice da gestire. “Con il concetto di soluzione ‘i³-mechatronics’ – dove i³ sta per integrato, intelligente e innovativo –  Yaskawa combina meccatronica classica, ICT e soluzioni digitali come intelligenza artificiale, Big Data ed Internet of Things – spiega Redavide -. I dati di processo e di sistema rilevanti vengono raccolti in tempo reale in un database scalabile, quindi analizzati e visualizzati in tempo reale direttamente nell’innovativa dashboard Cockpit Yaskawa. Allo stesso tempo, lo stato attuale di ogni macchina può essere mappato in tempo reale e correlato con altre fonti di dati, per una manutenzione predittiva coordinata”.

I dati possono inoltre essere trasferiti senza problemi ad ambienti ERP, MES, Big Data o AI predefiniti con la garanzia di un elevato standard di sicurezza, per favorire decisioni maggiormente consapevoli e fondate. In questo modo, hardware e software, informazioni in tempo reale sul sistema, dati di clienti e fornitori sono collegati e consultabili per garantire la massima efficienza e produttività.

AI robot Yaskawa Cockpit monitoraggio efficienza produttiva

“Come tutti gli altri componenti di una macchina, anche i robot possono essere integrati nel Cockpit Yaskawa – dice quindi in conclusione Redavide -. La quantità di dati che possono essere elaborati e visualizzati dipende dalle informazioni fornite dal singolo componente. Le funzionalità del Cockpit Yaskawa trovano largo impiego anche nell’interazione di isole robotizzate dotate di tecnologia Drive&Motion and Controls. L’utilizzo di Big Data Analytics basati su sistemi di AI garantisce infatti elevata qualità mentre il controllo simultaneo del movimento dei robot e delle apparecchiature periferiche attraverso il controller unificato, permette di ridurre il ciclo di lavorazione grazie ad una maggiore sincronizzazione e ad una programmazione ottimizzata guidata dai dati”.

Per il Piano Industria 4.0 il 2018 è stato l’anno del passaggio all’Impresa 4.0. Questo intervento di sostegno alla digitalizzazione…