Laboratori di sviluppo digitale a Matera con il Mise
07/01/2020
Casa tecnologie Matera Patuanelli

Nasce a Matera la Casa delle tecnologie emergenti, dalla firma della convenzione per l’avvio avvenuta alla presenza del ministro allo Sviluppo economico Stefano Patuanelli e del sindaco della città Raffaello De Ruggieri.

Il progetto è stato pensato in continuità all’esperienza di Matera Capitale europea della Cultura 2019, investendo sulle potenzialità di innovazione offerte dalle tecnologie digitali per il futuro e la competitività del sistema produttivo italiano. La Casa delle tecnologie emergenti rappresenta un nuovo asset per lo sviluppo del Mezzogiorno, e avrà al suo interno una serie di laboratori di innovazione, uno dedicato alla blockchain e alla quantum key distribution, uno alla robotica avanzata per lo sviluppo di soluzioni e sistemi IoT, un altro alle applicazioni del 5G e uno al settore audiovisivo, all’extended reality e alle tecnologie per le riprese 3D.

Altro progetto innovativo ideato dal CNR sarà quindi incentrato sul digital twin, che svilupperà una copia virtuale di processi o servizi reali mediante cui effettuare test per prevenire errori e migliorare le funzionalità sfruttando i dati raccolti dai sensori.

Matera Casa tecnologie emergenti

Questi laboratori e le rispettive attività di servizio saranno messi a disposizione di startup, sviluppatori e PMI, a supporto di progetti di ricerca e sviluppo e sperimentazione di prodotti e servizi innovativi, per sostenere il trasferimento tecnologico verso le PMI all’interno dei programmi nazionali su Blockchain, IoT e intelligenza artificiale.

Ideato nel 2016 il Piano Nazionale Industria 4.0 negli anni ha seguito l’evolversi dell’implementazione nel nostro Paese delle tecnologie abilitanti,…