Il 2019 calerà la blockchain nell’uso comune e quotidiano
22/01/2019
blockchain MIT previsioni 2019

Dal grande clamore del 2017, e superato il flop del 2018, la blockchain nel 2019 inizierà finalmente a diventare di uso comune, secondo le previsioni del MIT. Molte e svariate sono difatti le applicazioni in vi di sperimentazione e che saranno adottate nel nuovo anno, e diversi sono gli esempi citati dall’istituto.

A partire dalla blockchain privata per la tracciabilità alimentare che la catena americana di negozi al dettaglio Walmart sta testando da oltre due anni. L’Intercontinental Exchange, proprietaria della borsa di New York, opera invece sul fronte cripto-valute con il lancio della start up Bakkt, che ha lo scopo di permettere di acquistare, vendere, immagazzinare e spendere beni digitali. Desta quindi grande interesse l’introduzione degli Smart contracts, piccoli programmi che eseguono in autonomia operazioni sulla blockchain al verificarsi di determinate condizioni, che potrebbero eliminare il ricorso a intermediari per una varietà di transazioni.

Il report del MIT fa l’esempio di una compagnia assicurativa che, in caso di cancellazione di un volo, potrebbe rimborsare in automatico i passeggeri. Servirebbe per questo un ‘Oracolo’, in grado di fornire al sistema i dati in tempo reale dei voli, assicurando inoltre la protezione da hacker che potrebbero manipolare in modo fraudolento i dati stessi. Allo sviluppo di un tale tipo di Oracolo sta appunto lavorando la startup Chainlink, in collaborazione con la Cornell University, un sistema dotato di sistemi di sicurezza sia software che hardware in grado di fornire in maniera protetta i dati necessari alla esecuzione di Smart contracts su blockchain.

La stessa startup guarda quindi anche alle applicazioni in ambito legale, collaborando con il servizio legale online RocketLawyer nel progetto OpenLaw, con il lancio previsto nel 2019 di un innovativo servizio che mediante Smart contracts consentirà di automatizzare pagamenti in cripto-valuta previsti all’interno degli accordi legali, tracciandone diritti e obblighi sulla blockchain. Automatizzazione di alcuni servizi legali mediante impiego di Smart conctracts cui lavorano anche altre due startup, Monax e Clause.

Per il Piano Industria 4.0 il 2018 è stato l’anno del passaggio all’Impresa 4.0. Questo intervento di sostegno alla digitalizzazione…