I nuovi sistemi Cognex per machine vision
13/06/2018

Cognex è un’azienda nata 36 anni fa, con uffici in 20 paesi, una presenza in 30 attraverso più di 500 partner di canale e ha generato un fatturato di 748 milioni di dollari nel 2017. Produce hardware e software per la “machine vision”: fornisce a robot e ai sistemi di automazione e di monitoraggio il dono della vista, con sistemi di visione 2D, 3D e lettori di codici a barre. La visione 3D è una innovazione relativamente recente nel settore, resa possibile dall’aumento della potenza di calcolo e da nuovi algoritmi “intelligenti”.

I clienti di Cognex sono in tutti i settori industriali, ma in Italia la parte del leone è fatta senza dubbio dal settore automotive, che sfruttano la machine vision per ottenere processi produttivi altamente automatizzati velocizzando il processo di assemblaggio e di verifica delle conformità.

Nel settore food diventa possibile aggiungere controlli di ispezione della confezione, verificando che contenga solo i prodotti richiesti e nessun prodotto od oggetto estraneo, o assicurarsi che l’etichetta sugli allergeni corrisponda effettivamente al contenuto. Considerando i rischi potenziali per il pubblico che sono connessi alla preparazione e confezionamento del cibo, questo assicura un maggior livello di compliance e mette al riparo da cause legali od operazioni di ritiro prodotti molto onerose.

orsten Zoeller, European Senior Marketing Manager di Cognex.

orsten Zoeller, European Senior Marketing
Manager di Cognex.

Un settore in crescita è senza dubbio quello della logistica automatizzata, trainato dall’espansione dell’ecommerce, in cui i prodotti di machine vision possono servire a ridurre il numero di pacchi che – per problemi di etichettatura o altro – devono essere gestiti manualmente. Sui volumi dei grandi operatori di logistica o ecommerce, anche il trattamento manuale dell’1 o 2 percento dei colli può comportare un enorme prolungamento dei tempi di consegna.

Per Torsten Zoeller, European Senior Marketing Manager di Cognex, la machine vision è quindi al centro delle tecnologie che permettono un elevato grado di automazione in ottica Industry 4.0. In questo, il software gioca un ruolo fondamentale, perché deve permettere un’integrazione semplice e robusta con tutti i sistemi aziendali, siano essi di produzione o gestionali.

Cognex investe il 13% dei ricavi globali in ricerca e sviluppo, cosa che ha permesso di registrare 500 brevetti già approvati e altrettanti in fase di registrazione in tutto il mondo e negli USA.

Le novità Cognex in esposizione alle prossime fiere

Nell’incontro con la stampa, il Regional Sales Manager per Italia, penisola iberica & area mediterranea Giuliano Collodel ha presentato le principali novità di prodotto, esposte alla SPS IPC Drives di maggio a Parma e in Ipack Ima, all’interno di The Innovation Alliance in FieraMilano Rho.

Regional Sales Manager
Italy, Iberia & MEA
di Cognex

Sottolineando che Cognex copre tutta la gamma dal semplice sensore di presenza alla visione 3D, e tutto lo stack dall’hardware fino alle librerie software, Collodel ha introdotto le principali novità tecnologiche introdotte nei nuovi prodotti.

In-Sight è la camera con intelligenza “on board”, incluso il riconoscimento ottico dei caratteri, e che non richiede quindi un pc esterno per l’elaborazione dell’immagine. La novità del 2018 è rappresentata da In-Signt Serie 7000 che monta ottica con lente liquida e autofocus, ha un sistema di illuminazione ad anello e un case conforme alle specifiche di resistenza ad acqua e polveri IP67.

Più dispositivi In-Sight possono essere collegati attraverso il sistema di visione multi camera modulare In-Sight VC200. Sfruttando la pre-elaborazione delle immagini che avviene on-board sulla videocamera, l’hub non viene sovraccaricato dall’aumento del numero di videocamere collegate.

Cognex In-Sight VC200

Cognex In-Sight VC200

Nell’ultimo anno e mezzo Cognex ha acquisito diverse società, investendo soprattutto in tecnologie 3D, riconoscimento delle forme e machine learning. I sistemi i visione 3D Cognex usano laser per fornire un’ispezione tridimensionale dei prodotti, misurando altezza, volume e inclinazione indipendentemente dal contrasto o dalle condizioni di illuminazione.

Queste innovazioni confluiscono negli In-Sight Laser Profiler, nei sistemi di ispezione 3D DS925B e nel sistema completo DS1000 che riunisce sensori, strumenti di visione 3D e controller di visione per acquisire contemporaneamente un’immagine a scala di grigio e il profilo tridimensionale di un oggetto.

Le tecnologie di intelligenza artificiale e di trattamento delle immagini non servono soltanto alle più evolute applicazioni di computer vision bi e tridimensionale. Anche dispositivi ormai consolidati come i lettori di codici a barre possono trarne vantaggio. Il DataMan Serie 470 sfrutta HDR+ e un processore multi-core per riuscire a leggere anche i codici a barre deteriorati, ha una connessione Gigabit Ethernet per il trasferimento di immagini in piena risoluzione e monta 8 elaboratori DSP per produrre quello che, secondo Cognex, è il più veloce lettore di codici a barre. Viene per esempio impiegato per leggere i codici di più di 100.000 bottiglie all’ora in uno stabilimento per l’imbottigliamento di acqua minerale.

A un anno di distanza dal varo del Piano Nazionale Industria 4.0 è tempo di un primo bilancio ma anche…