Fondi europei alle tecnologie per la digitalizzazione dopo il 2020
04/06/2020
Digital Europe fondi digitalizzazione

Avrà risorse per 9,2 miliardi di euro il programma Digital Europe, nuovo strumento di finanziamento della Commissione Europeadedicato espressamente alla trasformazione digitale per il periodo 2021-2027.

Cinque sono quindi i pilastri che compongono il programma, a sostegno dello sviluppo delle tecnologie per calcolo ad alte prestazioni, intelligenza artificiale e cybersecurity, oltre che alla creazione di competenze digitali avanzate e all’implementazione di soluzioni digitali interoperabili nel settore pubblico.

Il primo pilastro di Digital Europe mira quindi a realizzare una infrastruttura di dati e supercalcolo, e parte dei fondi confluiranno nell’impresa comune EuroHPC per finanziare progetti di ricerca e innovazione nel calcolo ad alte prestazioni. La AI è il tema del secondo pilastro, nella convinzione che aumentare gli investimenti nella intelligenza artificiale sia cruciale e strategico per la crescita dell’UE, diffondendola e rendendola accessibile a tutte le imprese e le PA in Europa. L’unione ha quindi proposto di investire per l’AI almeno 7 miliardi per la programmazione al 2027, tra Horizon Europe e il programma Digital Europe. Il piano prevede anche la creazione di un partenariato europeo pubblico-privato sulla AI, un nuovo fondo a sostegno della diffusione dell’intelligenza artificiale in Europa e un’iniziativa del Consiglio europeo per l’innovazione a supporto di tecnologie di AI di prossima generazione.

In ambito di cybersicurezza il programma intende quindi sostenere l’acquisizione di tecnologie, infrastrutture di dati e strumenti avanzati per la sicurezza informatica, per supportare la diffusione di soluzioni di cybersecurity in tutti i settori economici. Dal 2021 verrà anche istituito un network europeo di centri di competenza per la cybersecurity, coordinati da un nuovo Competence center europeo, l’European Cybersecurity industrial, tecnology and research Competence Center. Questo centro, collaborando con il network di centri europei per la sicurezza informatica, gestirà l’attuazione dei finanziamenti relativi alla cybersecurity per i vari centri, principalmente provenienti da Digital Europe e Horizon Europe.

Digital Europe avrà quindi l’obiettivo di promuovere lo sviluppo di competenze digitali avanzate, soprattutto relativamente agli ambiti tecnologici di riferimento, ovvero calcolo ad alte prestazioni, AI e cybersecurity. Le attività di formazione finanziate saranno rivolte a studenti, professionisti, imprese e lavoratori, complementari alle azioni finanziate dal Fondo sociale europeo Plus e al Fondo europeo di adeguamento alla globalizzazione. Infine, il quinto e ultimo pilastro di Digital Europe guarda all’e-government, alla capacità digitale e alla interoperabilità delle soluzioni per il settore pubblico, sempre con particolare attenzione a calcolo HPC, AI e sicurezza informatica.

Il programma affianca quindi alcuni strumenti europei che saranno operativi nel quadro finanziario pluriennale post 2020, come appunto Horizon Europe, il CEF – Connecting Europe Facility, il Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR) e InvestEU. Si prevede quindi che l’effettività e l’efficacia delle iniziative a sostegno della digitalizzazione saranno rafforzate dalle sinergie tra i diversi programmi.

In particolare, i programmi Digital Europe e Horizon Europe mostrano diverse sovrapposizioni tematiche, poiché calcolo ad alte prestazioni, AI e cybersecurity compaiono in entrambi. Mentre Digital Europe si concentrerà però sulla creazione di infrastrutture e capacità digitali per sostenere l’adozione di soluzioni digitali innovative in Europa, Horizon Europe sarà espressamente dedicato a sostenere l’ambito della ricerca e sviluppo delle tecnologie stesse. Determinante per il trasferimento tecnologico delle attività di R&S alle imprese sarà quindi la rete europea dei Digital innovation hub, che verrà istituita nel primo anno di attuazione di Digital Europe, i cui fondi saranno anche investiti per rafforzarne l’operatività nella proposizione di progetti sperimentali e dimostrativi basati su AI, calcolo ad alte prestazioni e cybersecurity.

Ideato nel 2016 il Piano Nazionale Industria 4.0 negli anni ha seguito l’evolversi dell’implementazione nel nostro Paese delle tecnologie abilitanti,…