Dassault Systèmes e Inali contro il covid-19
14/05/2020

Grazie al supporto del 3DExperience Lab di Dassault Systèmes, l’indiana Inali ha potuto sviluppare in soli otto giorni un ventilatore polmonare sicuro ed economico che può essere fabbricato e messo in campo velocemente per gestire l’emergenza covid-19.

Il respiratore intelligente è stato sviluppato grazie alla piattaforma 3DExperience e al contributo della sua Open innovation community, con un approccio collaborativo tra progettisti e professionisti sanitari della comunità online Open Covid-19 e a consulenti di ingegneria del 3DExperience Lab in India. Inali a quindi interagito con la comunità di esperti e innovatori utilizzando applicativi digitali in cloud, per progettare rapidamente un modello 3D del ventilatore, ingegnerizzarlo, simularne il funzionamento, fabbricare e validare un prototipo.

Il ventilatore è stato progettato per identificare le metriche prestazionali di parametri quali la velocità e la pressione dell’aria necessarie per il suo funzionamento e per regolarne conseguentemente i parametri operativi, oltre a individuare i livelli di ossigeno adeguati per ciascun paziente e i parametri di sicurezza necessari per un uso affidabile e sicuro.

 

Il ventilatore di Inali è stato ideato per essere prodotto localmente e velocemente con pezzi di facile reperimento, supplendo alla mancanza di componenti importati e per soddisfare le richieste di ospedali ed enti governativi in maniera economica. L’azienda intende quindi pubblicare tutte le specifiche di progettazione e fabbricazione del dispositivo come informazioni open-source, scaricabili da chiunque intenda fabbricare i ventilatori nella propria area geografica.

 

Ideato nel 2016 il Piano Nazionale Industria 4.0 negli anni ha seguito l’evolversi dell’implementazione nel nostro Paese delle tecnologie abilitanti,…