Crescono i mini bond nel 2018, diminuisce il valore delle emissioni
10/04/2019
minibond report Osservatorio Polimi

E’ stato presentato lo scorso febbraio il quinto report italiano sui mini-bond, elaborato dall’Osservatorio del Politecnico di Milano. Lo strumento ha avuto una crescita nel numero di emissioni nel corso del 2018, con un totale di 198 rispetto elle 170 del 2017, ma registrando un controvalore inferiore, pari a 4,3 miliardi di euro contro i 5,5 miliardi della raccolta del 2017.

Ciò è dovuto alla diminuzione del valore medio delle emissioni, che ha toccato il minimo storico a 22,40 milioni di euro nel secondo semestre del 2018, contro i 45 toccati nel primo semestre del 2017. Ciò malgrado, lo strumento sembra essersi ormai affermato come una realtà consolidata alternativa al credito bancario: dal 2012, anno di creazione dei mini-bond, le emissioni complessive sono salite a 746, per una raccolta complessiva pari a 25,2 miliardi di euro, dei quali 4,6 miliardi delle PMI.

emissioni minibond 2018 report Osservatorio Polimi

In dettaglio, delle 198 emissioni del 2018, 179 sono state al di sotto del 50 milioni di euro, mentre del totale raccolto 1,2 miliardi provengono da bond sotto i 50 milioni, e 668 milioni di euro da PMI. E’ invece cresciuto a 176 il numero delle emittenti censite, contro i 150 del 2017, di cui 123 affacciatesi su questo mercato per la prima volta, 95 PMI, 42 aziende con fatturato inferiore ai 10 milioni di euro e un numero più che raddoppiato delle Srl rispetto all’anno precedente, da 21 a 45. In lieve aumento è stata anche la cedola media, il 5,10% rispetto al 4,83% del 2017, e ha avuto un leggero allungamento anche la scadenza, passata da 4,9 a 5,2 anni.

valore minibond 2018 report Osservatorio Polimi

La diversificazione settoriale degli emittenti è aumentata per i titoli al di sotto dei 50 milioni, così come sono cresciute anche le forme di garanzia relative al rimborso che accompagnano le emissioni, salite dal 29% (totale emissioni) al 38% del 2018. Il comparto manifatturiero continua a essere quello principale di appartenenza delle società emittenti, con 73 imprese sul totale 2018, e il ricorso ai mini-bond è cresciuto soprattutto in Lombardia, da 34 emissioni del 2017 alle 50 del 2018. Crescono anche Liguria e Piemonte, il Centro è rimasto stabile mentre sono aumentate le emissioni al Sud, da 16 a 21.

raccolta minobond 2018 report Osservatorio Polimi

Per il 2019 si attendono quindi volumi simili a quelli del 2018, in considerazione del perdurare dei segnali congiunturali negativi sul mercato e dello sviluppo del Direct lending come strumento concorrente, nella forma di finanziamenti diretti che i fondi specializzati accordano alle PMI. Previsto anche il rifinanziamento consistente dei mini-bond in scadenza, per un valore di 2,6 miliardi di euro nel 2019.

Il testo completo del report e la presentazione sono disponibili al sito http://www.osservatoriominibond.it/.

Per il Piano Industria 4.0 il 2018 è stato l’anno del passaggio all’Impresa 4.0. Questo intervento di sostegno alla digitalizzazione…