Condition monitoring e remote service da Sick
08/02/2019
remore service condition monitoring Sick

Sick presenta due piattaforme che sfruttano l’immediatezza del web per ottimizzare le procedure di gestione degli impianti e manutenzione e pronto intervento in caso di guasti. Sick Condition monitoring consente ai gestori degli impianti di accedere in maniera semplice ai dati di sensori e macchine, per visualizzarli, archiviarli e analizzarli. Le informazioni vengono raccolte da sistemi IoT-Gateway, come Sick Meeting Point Router (MPR), per essere messe a disposizione dell’applicazione di condition monitoring tramite la rete esistente.

Il sistema permette di riconoscere in tempo reale le variazioni di stato significative, che vengono quindi analizzate dai tecnici di Sick nel Service Center per la valutazione dello stato di efficienza dei componenti interessati. Inoltre, al superamento di valori limite e/o al raggiungimento delle soglie di allarme preimpostate, la funzione messaging invia degli alert via e-mail al gestore dell’impianto oppure a Sick, in qualità di erogatore di assistenza. Vengono così riconosciuti in anticipo tendenze di prestazione, possibili anomalie e pericoli, per intervenire in modo tempestivo riducendo i costi di manutenzione e i tempi di fermo impianto derivante dalla rottura di un componente. Ogni trasferimento dati al server è opportunamente codificato.

condition monitoring impianti SickSick Remote Service mette invece a disposizione un supporto rapido e specifico per ciascun impianto mediante un collegamento sicuro a internet. Il team Sick è a disposizione non solo in fase di messa in servizio dei sensori e dei sistemi di analisi e misurazione di processo, ma anche durante l’utilizzo dell’impianto. La soluzione in caso di bisogno invia una richiesta di assistenza remota al Sick Service Center, tramite il touchscreen del Sick Meeting Point Router (MPR) presente nell’impianto. Utilizzando standard di autenticazione HTPPS e SSH, i tecnici realizzano via LAN o LTE un collegamento dati sicuro tra gli addetti all’assistenza di Sick e il dispositivo interessato nell’impianto del cliente, provvedendo al contempo alla separazione delle reti informatiche. Dopo l’analisi delle anomalie e la risoluzione del problema, ad esempio mediante istruzioni al personale del cliente sul posto o con una parametrizzazione online, il gestore dell’impianto chiude il collegamento Internet in MPR.

Sick Remote Service integra diversi moduli che offrono supporto sia proattivo che reattivo, che contribuiscono alla trasparenza, all’affidabilità e alla pianificazione degli interventi di manutenzione e dei relativi costi. L’indicazione di stato online fornisce una panoramica completa sulla manutenzione da remoto in corso e sulle misure intraprese. I report di collegamento sempre disponibili e le registrazioni elettroniche garantiscono la tracciabilità delle richieste e delle procedure dell’intervento di assistenza. Sempre tramite Sick Remote Service possono essere inoltre richiamati online in qualsiasi momento i dati dei dispositivi, gli aggiornamenti firmware e importanti documenti per potere effettuare in modo rapido ed efficiente il ripristino in caso di emergenza.

Per il Piano Industria 4.0 il 2018 è stato l’anno del passaggio all’Impresa 4.0. Questo intervento di sostegno alla digitalizzazione…