Bando del Mise per la ricerca e sviluppo in aerospace
02/07/2019
bando ricerca sviluppo aerospace

Si è aperto il 1° luglio 2019 il nuovo bando del Ministero dello Sviluppo Economico per il finanziamento di progetti di ricerca e sviluppo nel settore aerospaziale civile, con scadenza al 31 ottobre 2019. La misura rientra nella riforma del regime di aiuto di cui alla legge n. 808-85, che ha avviato un nuovo piano di interventi di sviluppo e crescita di competitività per le industrie del settore aerospaziale italiane.

Il provvedimento nel suo insieme prevede oltre un miliardo di investimenti a sostegno dei progetti più innovativi, e introduce un regime più agevolativo rispetto a quanto adottato in precedenza per le PMI. Viene quindi supportato anche il raggruppamento di imprese nella presentazione di progetti congiunti, che coinvolgano direttamente anche le realtà più piccole.

Il bando è aperto a aziende italiane che nei due esercizi antecedenti la presentazione della domanda abbiano avuto fatturato medio di almeno il 60% per le grandi imprese o di almeno il 25% per le PMI derivante da attività di progettazione, costruzione, trasformazione e manutenzione di aeromobili, motori, sistemi ed equipaggiamenti aerospaziali, meccanici ed elettronici. Per i progetti presentati in forma congiunta vale la condizione che le imprese associate non siano più di cinque, con almeno una rappresentanza al 60% di PMI.

Le agevolazioni sono destinate a progetti di R&S con spese ammissibili non inferiori a un milione di euro per le imprese singole, o a due milioni per le associate, mentre il limite massimo di spesa è di 60 milioni di euro. La misura prevede un finanziamento a tasso zero in misura massima del 70% delle spese per le grandi aziende, e dell’85% per le PMI. Per i progetti in forma associata le percentuali sono incrementate del 5% per le grandi imprese e del 10% per le PMI, a patto che nessuna delle imprese partecipanti sostenga da sola oltre il 70% dei costi di progetto.

I finanziamenti concessi alle grandi imprese dovranno essere restituiti in misura dell’80% delle risorse erogate, e del 70% per le PMI, per entrambe le fattispecie in 10 quote annuali costanti a decorrere dall’anno successivo all’erogazione a saldo del finanziamento.

Per il Piano Industria 4.0 il 2018 è stato l’anno del passaggio all’Impresa 4.0. Questo intervento di sostegno alla digitalizzazione…