Approvati gli incentivi agli investimenti in PMI innovative
15/02/2019
pmi innovative incentivi fiscali

La Commissione europea ha approvato lo scorso dicembre gli incentivi fiscali agli investimenti nel capitale di rischio delle PMI innovative. In base alle misure previste, le persone fisiche che investiranno in una PMI innovativa avranno diritto a una detrazione dell’imposta sul reddito (IRPEF) pari al 30% dell’investimento, fino a un massimo di 1 milione di euro. Alle persone giuridiche spetterà invece una deduzione dal reddito imponibile ai fini IRES pari al 30% dell’investimento, ma fino a un massimo di 1,8 milioni di euro.

Gli incentivi sono stati giudicati conformi agli Orientamenti europei sugli aiuti di Stato, mirati alla promozione degli investimenti per il finanziamento del rischio (2014/C 19/04). L’approvazione estende inoltre l’applicabilità degli incentivi fiscali, già vigenti per investimenti in start-up innovative, anche alle PMI innovative, definite ai sensi del decreto legge 3/2015 come piccole e medie imprese che abbiano i seguenti requisiti:

  • sono costituite come società di capitali, anche in forma cooperativa
  • non sono quotate in un mercato regolamentato (ma possono essere quotate in una piattaforma multilaterale di negoziazione, come l’AIM)
  •  hanno certificato il loro ultimo bilancio
  •  presentano un chiaro carattere innovativo, identificato dal possesso di almeno due dei seguenti tre criteri:
    1    volume di spesa in ricerca e sviluppo in misura almeno pari al 3% della maggiore entità fra costo e valore totale della produzione;
    2    forza lavoro costituita, in una quota pari ad almeno 1/3 del totale, di titolari di laurea magistrale, oppure, in una quota pari ad almeno 1/5 del totale, da dottori di ricerca, dottorandi o ricercatori;
    3    titolarità, anche quali depositarie o licenziatarie, di almeno una privativa industriale, ovvero titolarità di un software registrato.

L’emanazione del decreto attuativo da parte del Ministero dell’economia e delle finanze, di concerto con il Ministero dello Sviluppo economico, è atteso per i primi mesi del 2019.

Per il Piano Industria 4.0 il 2018 è stato l’anno del passaggio all’Impresa 4.0. Questo intervento di sostegno alla digitalizzazione…