Apprendistato, criteri quadro dalla Commissione
24/10/2017
apprendistato proposta quadro Commissione europea

La Commissione europea ha avanzato la proposta di un quadro europeo per apprendistato, al fine di garantire percorsi di apprendimento e formazione sui loghi di lavoro efficaci e di qualità. In forma di raccomandazione del Consiglio, l’iniziativa individua 14 criteri fondamentali a cui gli Stati membri e le parti interessate dovrebbero attenersi per sviluppare gli apprendistati, al fine di aumentare l’occupabilità e lo sviluppo personale degli apprendisti, contribuendo alla creazione di manodopera altamente qualificata e preparata in grado di soddisfare il mercato del lavoro.
spacer 0.2
Ai fini della valutazione della qualità e dell’efficacia, il quadro proposto definisce sette criteri per le condizioni di apprendimento e di lavoro:

  1. contratto scritto
  2. risultati di apprendimento
  3. supporto pedagogico
  4. componente del posto di lavoro
  5. retribuzione e/o compenso
  6. protezione sociale
  7. condizioni di lavoro e condizioni di salute e di sicurezza

spacer 0.2
Il quadro propone quindi sette criteri per le condizioni quadro:

  1. quadro di regolamentazione
  2. partecipazione delle parti sociali
  3. sostegno alle imprese
  4. percorsi flessibili e mobilità
  5. orientamento professionale e sensibilizzazione
  6. trasparenza
  7. assicurazione qualità e monitoraggio dei percorsi di carriera

spacer 0.2
apprendistato formazione Commissione europea
spacer 0.2
Opportuni finanziamenti dell’UE promuovono l’applicazione di tali criteri, tra cui il Fondo sociale europeo, che da solo attribuisce a istruzione e formazione fino a 27 miliardi di euro. Vi sono quindi altri strumenti dell’UE a sostegno degli apprendistati: l’Alleanza europea per l’apprendistato ha finora reso disponibili 750.000 posti per i giovani, mentre almeno 390.000 posti sono già stati offerti nell’ambito della Garanzia per i giovani, dal momento che l’apprendistato è previsto come una delle quattro opzioni da offrire ai giovani dopo quattro mesi di disoccupazione. Il programma Erasmus+ promuove infine la mobilità degli apprendisti, e con la nuova iniziativa ErasmusPro intende sostenere il collocamento presso imprese all’estero di 50.000 studenti che frequentano corsi di formazione professionale, nel periodo 2018-2020.
spacer 0.2
La proposta della Commissione sarà discussa dagli Stati membri in vista dell’adozione da parte del Consiglio. La Commissione sta quindi preparando una nuova rete di servizi di sostegno per aiutare gli Stati membri a realizzare il quadro, con condivisione delle conoscenze, attività di rete e di apprendimento tra pari. L’iniziativa sarà promossa anche attraverso l’Alleanza europea per l’apprendistato, e da campagne di sensibilizzazione come la settimana europea della formazione professionale, alla seconda edizione e in programma dal 20 al 24 novembre 2017.

‘Italia 4.0 – Tecnologie per lo Smart Manufacturing’ è la rivista che rappresenta un osservatorio permanente sugli scenari macroeconomici e…