Apprendimento robot dalle api per proteggere l’ambiente
18/10/2018
interazione sociale robot api Graf AssisiBF

Ricercatori del progetto AssisiBF all’Università Graz, in Austria, studiano l’interazione tra robot e api negli alveari per l’apprendimento dei comportamenti sociali degli insetti e in futuro implementare iniziative di protezione dell’ambiente. Flotte di piccoli robot dotati di sensori vengono infatti installati in pannelli di cera, da cui i robot grazie a complessi bio-algoritmi lanciano diversi stimoli fisici alle api.

I ricercatori hanno programmato i piccoli robot per cercare di comprendere le modalità di risposta delle api a stimoli quali vibrazioni, cambi nelle correnti d’aria e variazioni di temperatura. Sistemi elettronici all’interno dei robot possono infatti essere riscaldati fino a raggiungere certe temperature, creando dei punti di calore da cui le api sono attratte. La cosa interessante è che una singola ape da miele non sarebbe in grado da sola di individuare il punto più adatto dove svolgere il proprio lavoro, mentre lo stesso compito è svolto con successo grazie al lavoro di squadra di uno sciame. Il programma intende quindi studiare più da vicino come avviene il flusso di informazioni, la loro trasmissione e selezione tra gli insetti, grazie alla connessione tra robot e api.

Passo successivo sarà quindi programmare i robot per imitare in autonomia il comportamento sociale appreso durante l’interazione con le api. Gli scienziati sperano che i piccoli robot potranno un giorno essere impiegati per proteggere le api, messe in pericolo dai cambiamenti climatici. Piccoli robot dotati di sensori potrebbero infatti vivere all’interno degli alveari, scambiando con gli insetti informazioni sull’ambiente e sul clima, ad esempio relativamente alla presenza di pesticidi, di inquinanti o su lunghi periodi di pioggia estivi o di freddi invernali. In tal modo i robot potrebbero aiutare le api a ottimizzare la gestione dell’alveare, o anche ad esempio far sì che l’ape regina deponga meno strati di uova, per migliorare la cura dei piccoli.

Ricerche analoghe sono inoltre in corso su alcune specie di pesci, mirate a una migliore gestione delle risorse ittiche.

A un anno di distanza dal varo del Piano Nazionale Industria 4.0 è tempo di un primo bilancio ma anche…