Agevolazioni per 100 milioni alla Digital Transformation
11/12/2020
agevolazioni digital transformation

Si apre il 15 dicembre 2020 la procedura informatica per la presentazione delle domande di accesso alle agevolazioni per la Digital Transformation di micro, piccole e medie imprese, prevista dal Mise per un ammontare di 100 milioni di euro.

I progetti che possono godere dell’agevolazione devono essere mirati alla trasformazione tecnologica e digitale dei processi produttivi o alla innovazione dell’organizzazione, mediante implementazione di tecnologie abilitanti individuate dal Piano nazionale impresa 4.0, oltreché soluzioni digitali di filiera, volte a ottimizzare la gestione della supply chain (ivi comprese soluzioni digitali per gestione e integrazione della logistica, sistemi di e-commerce, fintech e blockchain).

Possono beneficiare delle agevolazioni le PMI che operino in via prevalente nel settore manifatturiero e/o nei servizi diretti a imprese manifatturiere, e/o nel settore turistico e/o del commercio. I beneficiari devono inoltre disporre di almeno due bilanci approvati e aver conseguito ricavi pari almeno a 100.000 euro nell’esercizio dell’ultimo bilancio approvato e depositato.

I progetti di investimento devono riguardare una unità produttiva dell’impresa proponente situata su tutto il territorio nazionale, e prevedere un importo di spesa non inferiore a 50.000 euro e non oltre i 500.000 euro.

Le agevolazioni sono concesse in base a una percentuale nominale pari al 50% dei costi e delle spese ammissibili, suddivisa in:

  • 10% sotto forma di contributo
  • 40% come finanziamento agevolato

I progetti possono essere presentati anche in forma congiunta, in un numero di soggetti non superiore a 10 imprese, realizzati mediante contratto di rete o altre forme contrattuali di collaborazione. La concessione delle agevolazioni avverrà tramite procedura valutativa a sportello.

L’era dell’Industria 4.0, basata sulla digitalizzazione e l’interconnessione dei processi produttivi, ha ormai ceduto il passo a quella dell’Industria 5.0….