Additivo e alluminio nelle auto con tecnologia EOS
12/03/2019
alluminio additivo EOS progetto NextGenAM

E’ operativo il primo impianto pilota del progetto NextGenAM, avviato a maggio 2017 e che vede la collaborazione di EOS, Premium Aerotec e Daimler per lo sviluppo della produzione in serie con stampa 3D. L’impianto pilota si trova presso la sede Premium Aerotec di Varel, in Germania. Il team NextGenAM mira a valutare il potenziale di automazione dell’intero processo AM, per sviluppare una cella di produzione completa, in grado di produrre componenti in alluminio per il settore automobilistico e quello aerospace.

L’impianto pilota comprende macchinari per produzione additiva, la post-elaborazione e il controllo qualità, e ogni singolo passaggio e l’interazione tra le diverse fasi del processo sono automatizzati e integrati, con eliminazione delle operazioni manuali. Centro della catena di produzione dell’impianto è il sistema EOS M 400-4 per produzione industriale con materiali metallici. Il sistema è combinato con le soluzioni previste dal concept EOS Shared-modules, pertanto dotato di stazione per le polveri e collegato a una stazione indipendente di configurazione ed estrazione. Ciò fa sì che riempimento e svuotamento del sistema con il materiale in alluminio, configurazione del sistema, preparazione per un nuovo lavoro ed estrazione dei componenti dal letto di polvere possano avvenire indipendentemente dal processo di stampa additiva, e in parallelo a quest’ultimo.

Completamente automatizzato è anche il trasporto tra le singole stazioni dei componenti, mediante un contenitore che viaggia su un veicolo a guida autonoma. Infine, in fase di post-elaborazione un robot prende la piattaforma di produzione con le parti dalla stazione di configurazione, e la posiziona in un forno per il successivo trattamento termico. Lo stesso robot rimuove quindi nuovamente la piattaforma e la trasporta in un sistema di misurazione ottica 3D per il controllo qualità. La piattaforma di produzione viene quindi trasferita a una sega a nastro che ne separa i componenti, affinché siano disponibili per il successivo utilizzo.

Il progetto ha già consentito di ridurre significativamente il costo per pezzo in fase di produzione, creando una prospettiva economica per gli impianti di stampa 3D digitale per fabbricazione di componenti su larga scala. L’integrazione del processo AM di EOS in una linea automatizzata di produzione è fondamentale per l’applicazione della tecnologia in scenari di produzione di serie.

Per il Piano Industria 4.0 il 2018 è stato l’anno del passaggio all’Impresa 4.0. Questo intervento di sostegno alla digitalizzazione…